PER BRUCCOLERI E CONCORDIA MOTORSPORT INIZIA DALLA TOSCANA LA SFIDA DEL CIVM

Pubblicato: 30 aprile 2010 in Sport

Luigi Bruccoleri sulla sua Lola-Zytek

Dopo gli ottimi risultati nelle cronoscalte-test di Orvieto e Rechberg, nel weekend del 2 maggio il giovane pilota siciliano prenderà il via della Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino (AR), prima prova del Campionato Italiano Velocità Montagna, obiettivo principe per l’alfiere della scuderia agrigentina su Lola-Zytek di F.3000

AGRIGENTO . Il 1° e il 2 maggio a Pieve Santo Stefano (AR) scatta finalmente l’ora del Campionato Italiano Velocità Montagna (CIVM) per Luigi Bruccoleri e la scuderia agrigentina Concordia Motorsport, che per il suo primo anno di attività ha come obiettivi precisi di permettere al 26enne pilota di Favara di disputare proprio il CIVM 2010 al top e di guardare verso altri giovani talenti da accompagnare nel cammino sportivo.
Luigi e la sua Lola-Zytek di F.3000 (curata dal Team FCM che fa capo al pilota pistoiese Franco Cinelli) sono “freschi” di due gare utilizzate come test per raccogliere quanti più dati possibili da far fruttare dalla salita toscana in poi. L’11 aprile a Orvieto (PG), nella prima prova del Trofeo Italiano Velocità Montagna, Bruccoleri aveva tra l’altro colto un ottimo secondo posto assoluto, salendo subito sul podio al debutto stagionale, mentre il 25 aprile a Rechberg (Austria), prima prova del Campionato Europeo della Montagna, era arrivata una sorprendente quinta piazza tra le vetture monoposto grazie a una spettacolare seconda manche durante la quale Bruccoleri ha trovato il feeling definitivo con la sua vettura. Una simbiosi che dal prossimo weekend sarà determinante nei risultati da raggiungere nelle due manche di gara contro avversari e team agguerriti in un atteso Tricolore che si annuncia più equilibrato che mai.
“Soprattutto per questo – dichiara Bruccoleri – l’obiettivo del weekend è quello di prendere subito dei punti sostanziosi e di iniziare al meglio il campionato, che sarà tutt’altro che breve. Io sono caricatissimo ma comunque tranquillo. Allo Spino ho già corso sia con il prototipo CN2 sia con la F.3000: è un percorso che mi piace e che conosco bene. E’ la prima gara del 2010 rispetto alla quale mi sento più sereno proprio dal punto di vista del tracciato, visto che sia a Orvieto che a Rechberg non avevo mai gareggiato prima. La mia vettura sembra tra l’altro a posto. L’unico inconveniente resta il piccolo difetto di natura elettronica al cambio, riscontrato nella cronoscalata austriaca domenica scorsa, ma sembra risolto. Per questo, comunque, affronteremo le prove di sabato anche come test per verificare proprio il funzionamento e la tenuta della trasmissione”.
Le vetture iscritte alla 38° cronoscalata Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino, prima prova del CIVM 2010, sono quasi 200, tra queste ben 20 monoposto e oltre 30 prototipi.
Il percorso di gara misura 6940 metri; si tratta di un tracciato misto e veloce che dalla cittadina aretina sale lungo la strada provinciale 208 verso la frazione di Montalone.
Il programma della manifestazione prevede venerdì 30 aprile verifiche sportive e tecniche dalle ore 10.00 alle 20.00; sabato 1° aprile le due manche di prove ufficiali a partire dalle ore 10.00; domenica 2 aprile le due manche di gara a partire dalle ore 9.30.

Annunci

I commenti sono chiusi.