IL PROFUMO DEI SOGNI Smell Festival dell’Olfatto festeggia la 5^ edizione Bologna 21 – 25 maggio 2014

Pubblicato: 7 maggio 2014 in Eventi

ioI sogni hanno un profumo? Da cosa sono accomunate la dimensione onirica e quella olfattiva? Una domanda affascinante a cui cercherà di rispondere la 5a Edizione diSmell-Festival dell’Olfatto (www.smellfestival.it) in programma dal 21 al 25 maggio a Bologna. Il Festival, promosso dall’associazione Orablu con il contributo della Regione Emilia Romagna e realizzato in collaborazione con Istituzione Bologna Musei, propone incontri, workshop,installazioni d’arte olfattiva che si snodano al Museo della Musica di Bologna, al MAMbo-Museo d’Arte Moderna di Bologna e in sedi private come il Grand Hotel Majestic “già Baglioni”.
“Si sente dire spesso che l’olfatto è il nostro senso più assopito” spiega FRANCESCA FARUOLO, ideatrice e direttrice artistica del Festival “abbiamo quindi pensato di esplorare i sogni che l’olfatto genera nel suo ‘sonno’, cioè i rapporti tra questa sfera sensoriale e la nostra immaginazione”.
Il Festival si apre mercoledì 21 maggio alle 16.30 al MAMbo (Sala Conferenze) con l’inaugurazione dell’installazione ambientale Social Pharmakon di MARCOS LUTYENS, affermato artista di Los Angeles che, usando il profumo, i suoni e alcuni stimoli tattili, immerge il visitatore in una dimensione ipnagogica pervasa dalla presenza dei social network. Secondo l’artista i social media hanno il potere di sincronizzarci al presente ma anche di trasportarci in mondi paralleli, proprio come avviene nel sogno. L’installazione è curata da Olivia Spatola, Manuela Valentini, in collaborazione con Boccanera Gallery (Trento), mentre il profumo è opera di Saskia Wilson-Brown dell’Institute of Art and Olfaction di Los Angeles. L’opera, che prevede sedute ipnotiche individuali della durata di circa 10 minuti, sarà fruibile fino al 25/05 negli orari di apertura del Museo (ingresso libero). Appuntamenti con le curatrici: http://www.smellfestival.it

Spesso siamo abituati a pensare ai sogni come a esperienze solo audio-visive, ma esistono anche  sogni olfattivi che sono più frequenti in chi ha un olfatto sensibile o ha una particolare  expertise olfattiva. Ecco perché, durante il Festival, alcuni creatori di fragranze saranno invitati  a raccontare il loro particolare rapporto con la dimensione onirica Prenderà parte a questa indagine JAMES HEELEY, tra le figure di punta della profumeria artistica  che, con il suo lavoro, propone una felice contaminazione tra design e arte profumiera esprimendosi dalla messa a punto delle fragranze alla scelta delle materie prime, fino allo studio di packaging eleganti e innovativi. Al Festival racconterà la sua ricerca tesa a dare forma all’invisibile  (sabato 24/05 ore 15.00, Museo della Musica, ingresso a tutti gli incontri del week-end con biglietto  giornaliero €5,00). Si soffermerà sul sogno di viaggiare alla scoperta dei profumi del mondo  FRANÇOIS HÉNIN, direttore creativo del marchio Jovoy, titolare di una delle più prestigiose  profumerie di Parigi, con alle spalle un passato di “cacciatore di essenze” in Vietnam. L’incontro  è accompagnato dall’olfazione di essenze rare e dalla presentazione delle nuove fragranze Jovoy  (sabato 24/05 ore 16.00, Museo della Musica).
Attesissimo, da Zurigo, ANDY TAUER, profumiere artigianale autodidatta che è già una leggenda  nel panorama della profumeria di nicchia. In questi anni dalle pagine del suo blog ci ha resi  partecipi delle sue scoperte, della ricerca di nuove materie prime e dell’ispirazione che ha guidato  la composizione di nuove fragranze, caratterizzate da un tocco unico e personale, che hanno  trovato entusiasti estimatori anche nei critici del profumo Tania Sanchez e Luca Turin. Smell  Festival vuole celebrare il suo talento, le sue creazioni e la sua capacità di aprire la strada a Un  altro profumo possibile, un modo più artistico di creare fragranze che sta ormai facendo scuola  (domenica 25 maggio ore 15.00, Museo della Musica).
Un progetto speciale di Smell Festival 2014 è MAY YOU COME TRUE: 5 sogni olfattivi che si avverano, installazione olfattiva per il Museo della Musica curata da Francesca Faruolo. Cinque creatori di fragranze, GIUSEPPE CARUSO (Smell – Atelier di Arti Olfattive), ANTONIO GARDONI (Bogue), MARTINO CERIZZA, GIOVANNI PADOVAN (Profumeria Al Sacro Cuore) e GIOVANNI SAMMARCO, sono stati invitati a realizzare la “trasposizione olfattiva” di un loro sogno. Gli autori provengono da percorsi diversi e rappresentano un versante dell’odierna profumeria capace di esprimersi fuori dai canoni della produzione cosmetica. Si segnala la composizione di GIOVANNI PADOVAN che elabora concettualmente i profumi amati da LUCIO DALLA avverando il sogno di creare la fragranza (o meglio l’”odore”) su cui, per tanti anni, il profumiere e il musicista avevano fantasticato durante i loro incontri. I 5 sogni odorosi faranno da contrappunto alla collezione di libri e strumenti musicali esposti al Museo arricchendo gli spazi con una presenza evocatrice di desideri, aspirazioni e fantasie (inaugurazione 24/05 ore 11.00, fino al 2/06, ingresso con biglietto giornaliero del Museo).
In un mondo che ci invita ad acquistare prodotti nuovi dalle performance sempre più sofisticate e  irresistibili, i sogni possono trasformarsi in miraggi impossibili o desideri effimeri. Ed è qui che  trova appiglio la pungente satira di LIA CELI autrice, tra gli altri libri, di Corso di sopravvivenza per consumisti in crisi (Roma-Bari, Laterza, 2012) nonché assidua frequentatrice di profumerie.
Durante l’incontro Memorie di una profumista in crisi racconterà con sferzante umorismo le fissazioni dei profumieri, le debolezze dei perfume lovers e le acrobazie compiute da un variopinto esercito di commesse per convincerci a comprare l’ultimo magico elisir (sabato 24/05 ore 17.00 Museo della Musica).
Viene dal mondo dei libri anche GIOVANNA ZUCCONI per anni curatrice e conduttrice di rubriche sui libri per la radio e la televisione e oggi titolare, insieme al marito Michele Serra, della casa di  profumi Serra&Fonseca. A Smell Festival proporrà un excursus sulle pagine più profumate della letteratura e presenterà suoi “libri olfattivi”, una collezione di profumi accompagnati da racconti  per i quali ha coinvolto autori del calibro di Andrea Camilleri e Gianrico Carofiglio (domenica 25/05,  ore 14.00, Museo della Musica).
Sempre in tema di libri, Smell Festival presenta la sua prima pubblicazione: SMELLAVOLARIO –  Dizionario pindarico del profumo un catalogo che ripercorre alcuni temi emersi durante i 5 anni  della rassegna con interviste e articoli scritti appositamente da storici, profumieri, essenzieri,  ricercatori in ambito scientifico, artisti, designer e blogger che hanno preso parte al Festival nel  corso delle diverse edizioni. Questi contributi eterogenei sono stati organizzati per temi seguendo
un ordine alfabetico, dall’Ars Amandi allo Zen, per dar vita a un’opera corale sull’olfatto, gli odori e  l’arte del profumo che, pur essendo una piccola autoproduzione, colma una lacuna nel panorama  editoriale italiano (presentazione sabato 24/05 ore 12.00, Museo della Musica).
Il rapporto tra moda e profumeria, entrambe protagoniste dell’industria del sogno e del desiderio, è inscindibile da quando nel 1921 Chanel lanciò il suo N°5. In Italia questa alleanza è molto poco esplorata dal punto di vista storico e culturale: Smell Festival ha perciò avviato da alcuni anni una collaborazione con Zonemoda-Corso di Laurea in Culture e Tecniche della Moda dell’Università di Bologna, allo scopo di creare occasioni di approfondimento. In questo contesto si inserisce Le fragranze della moda (domenica 25/05 ore 16.00 Museo della Musica) un dibattito con GIORGIA MARTONE direttrice marketing di ITF Cosmetics, azienda che produce fragranze per importanti marchi del Made in Italy, in dialogo con PAOLA GARIBOLDI (vicecaporedattore DLa Repubblica delle Donne) e ANTONELLA MASCIO (docente Zonemoda, Università di Bologna) con il coordinamento di FRANCESCA FARUOLO (direttrice di Smell Festival). Venerdì 23 maggio dalle 18.30 alle 22.30 nella splendida cornice del Grand Hotel Majestic “già Baglioni” prende vita il Dream Party, percorso tra le migliori fragranze d’autore nate dall’incontro tra ricerca e creatività. Nelle eleganti sale dell’Hotel scopriremo le ultime novità dai marchi Jovoy, Olfactive Studio, Eau d’Italie, Aedes de Venustas, Ys-Uzac, Vero Profumo, Ramon Monegal, Xerjoff, Mendittorosa, Bogue, Sammarco, Gabriella Chieffo. Durante l’evento inaugura la mostra ONIRICA-L’ODORE DEI SOGNI, con le sculture appositamente creata da Andrea Folesani in onore del tema del Festival, con un allestimento odoroso di Scent Agency. Nella penombra di spazi multisensoriali le opere dell’artista si uniscono a odori, suoni e giochi di luce, per far rivivere al pubblico l’emozione dei sogni e degli incubi più ricorrenti. La mostra è aperta fino al 25/05.
La serata prosegue con l’astrologo per intellettuali MARCO PESATORI che, con la sua consueta verve, parlerà di Astrologia dei sogni, accompagnando il pubblico nella selva fantastica dell’immaginario onirico e delle sue risonanze astrali, in dialogo con la giornalista GIORGIA OLIVIERI (La Repubblica). Pesatori introdurrà anche il suo ultimo libro, Urano e la cerimonia del tè, in uscita per Feltrinelli. Dalle 19.00 alle 21.00 un aperitivo finger food attenderà gli ospiti sulla scenografica terrazza del Majestic (Ingresso libero e gratuito agli eventi; aperitivo € 15,00, gradita prenotazione: info@smellfestival.it, tel 348 4262301).
Chi desidera far pratica con le essenze e i profumi non potrà perdere i workshop nelle giornate  di sabato 24 e domenica 25 al Museo della Musica (costo di ogni workshop € 15,00 + biglietto  giornaliero del Museo € 5,00; posti limitati, prenotazione obbligatoria: info@smellfestival.it, tel. 3484262301).
A guidare questi percorsi alcuni docenti di Smell-Atelier di Arti Olfattive, come MARTINO CERIZZA, giovane talentuoso profumiere indipendente che condividerà con i partecipanti alcuni trucchi del mestiere, e LUIGI CRISTIANO fitopreparatore e creatore di profumi, autore tra gli altri di La nota Gradevole. Storia naturale del profumo (Studio Edizioni, 2001) e Viaggi e profumi (con Gianni de Martino, Apogeo Urra 2007), che proporrà la rielaborazione di una antica ricetta di profumeria da realizzare con ingredienti naturali. ERMANO PICCO, esperto di fragranze e blogger de La gardenia nell’occhiello, condurrà il workshop Il cuscino racconta, un’immersione nell’immaginario olfattivo ispirato ai pillow talks, le sensuali carezze prima dell’amore. Il sapere artigianale e l’esperienza diretta con la materia odorosa sarà al centro del workshop proposto da ROBERTO DARIO, chimico di formazione e profumiere per vocazione, fondatore del marchio Esperienze Olfattive. GIOVANNI SAMMARCO, profumiere artigiano con base ad Appenzell (CH), risveglierà il nostro lato istintivo presentando alcune materie prime rarissime dai sentori animalici, alla base delle nostre memorie olfattive, della comunicazione e dell’attrazione fra i sessi. Condurrà inoltre un laboratorio dedicato alle materie prime floreali “vive e vibranti” capaci di metterci in contatto con il nostro io più profondo.
Durante il Festival, l’aspetto più spirituale della sensorialità olfattiva è affrontato da MARISA  GIORGINI figura storica dello yoga italiano, che guiderà i partecipanti in un viaggio guidato dagli  odori, ispirato alle tecniche dello yoga del sogno, alle tradizioni sciamaniche e allo “yoga  dell’energia” da lei fondato (Annusare i sogni, mercoledì 21/05 alle ore 18.00 e La proboscide di  Ganesh, giovedì 22/05 ore 20.30, Centro Yoga OM, via Castellata, 10. Costo € 15,00 a incontro).
La vocazione multidisciplinare del Festival porta il sogno a contatto anche con lo spazio urbano  grazie a un inedito tour gusto-olfattivo a cura di BENEDETTA CUCCI del blog A pranzo con Bea.
Tra mercati coperti e locali di nuova e antica concezione, i partecipanti potranno annusare il  profumo del pane appena sfornato, degustare caffè, sgranocchiare dolcetti e farsi conquistare da  appetitosi assaggi (Va’ dove ti porta l’odor di fritturina, giovedì 23/05 ore 18.00, appuntamento  ingresso di Corte Isolani, p.zza S.Stefano. Costo € 10,00, prenotazione obbligatoria entro il 21/05).
Non mancano poi i laboratori dedicati ai BAMBINI per costruire un libro speciale come fosse un cibo prelibato con carta, farina e spezie, da leggere con gli occhi ma soprattutto col naso ( Il libro  dei profumi, giovedì 22/05 alle 17.30, ZOO, Strada Maggiore 50/A, € 10,00). O magari per esplorare un universo di odori e creare un originale pout-pourri (A tutto naso con Deborah D’Alessandro, sabato 24/05 ore 15.30, Museo della Musica, € 8,00).
Incursioni tra MUSICA e TEATRO sono previsti nel weekend del 24 e 25 maggio. Tra queste, lo spettacolo Le ricette del buonumore, di e con ANGELICA ZANARDI, con musiche dal vivo di ELOISA ATTI: una cuoca filosofa e la sua assistente canterina distillano antidoti segreti contro gli assilli dell’esistenza, rituali di convivialità e seduzione e divertenti stratagemmi per districarsi nelle più svariate occasioni (sabato 24/05 ore 20.00, Fienile Fluò, via di Paderno, 9. Cena + spettacolo €35,00. Solo spettacolo + drink € 10,00. Prenotazioni: 392 8556916 info@crexida.it).
Il Festival si chiude al Museo della Musica con il concerto di MASSIMILIANO MARTINES che proporrà i più significativi brani del proprio repertorio e canzoni del nuovo album di prossima uscita per la Liquido Records. Forte presenza scenica, scrittura ironica e introspettiva, arricchiscono una miscela musicale che spazia tra psichedelia, blues, cantautorato e post-rock (domenica 25/05, ore 17.15, ingresso con biglietto giornaliero del Museo € 5,00).
Sabato 24 e domenica 25 maggio il pubblico del Festival potrà consumare un brunch al Museo della Musica con i cestini di ZOO: bagel con erbette fresche e formaggio + insalata con fiori freschi + dolce fragrante. Tutto preparato artigianalmente con prodotti bio (€ 12,00 con prenotazione entro il 22/05, info@smellfestival.it, tel 348 4262301).

 

Annunci

I commenti sono chiusi.