Il Salone del Libro di Torino torna a Santa Maria Maggiore #SentieriPensieri14

smm_libroA Santa Maria Maggiore (Vb) da mercoledì 20 a domenica 24 agosto 2014 torna Sentieri e Pensieri, la rassegna estiva curata dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, che porta gli autori in montagna, in quella incontaminata Val Vigezzo, conosciuta come La Valle dei pittori e dei letterati per la sua originale storia artistica e per la diffusa presenza di intellettuali che la sceglievano come méta di vacanza. Incontri con i protagonisti della letteratura, dello sport, della cultura, della tv e dello spettacolo, presentazioni di libri, interviste, musica, spettacoli di strada ed enogastronomia.

Sostenuta dal Comune di Santa Maria Maggiore e dalla Regione Piemonte e con il patrocinio della Provincia del Verbano-Cusio-Ossola, Sentieri e Pensieri proporrà appuntamenti a ingresso gratuito. Vedrà alternarsi sul palco di Piazza Risorgimento scrittori e autori che partendo dai loro ultimi libri si racconteranno e dialogheranno in un confronto su temi e argomenti che spaziano dalla cronaca allo sport, dalla storia alla letteratura, dalla politica alla quotidianità, con momenti di spettacolo e musica tra jazz e ritmi latini e serate enogastronomiche. In caso di maltempo gli appuntamenti si terranno presso la Sala Mandamentale del Vecchio Municipio. Per tutta la durata dell’evento è previsto uno spazio libri in Piazza Risorgimento gestito dall’Associazione Libriamoci degli editori e dei librai del Verbano Cusio Ossola cui fanno parte gli editori Grossi di Domodossola, Alberti di Verbania, La Pagina di Villadossola, Il rosso e il blu di Santa Maria Maggiore con le loro librerie omonime e l’editore Tararà di Verbania con la propria libreria Margaroli.

Sentieri e Pensieri è anche cultura legata al territorio e ai suoi prodotti tipici: i ristoranti di Santa Maria Maggiore proporranno cinque speciali serate enogastronomiche con aperitivi e cene letterarie. Un’occasione per assaporare le tipicità di questo territorio alpino proposte dagli chef locali e accompagnate da sorprese letterarie.

E anche l’arte avrà la sua parte a Sentieri e Pensieri: il pubblico potrà visitare la mostra Angelo Bozzola: la materia e le Geometrie, allestita presso le sale espositive del Centro Culturale Vecchio Municipio (dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 19), dedicata a un artista poliedrico (nato a Galliate nel 1921) che vanta una notevole produzione di disegni, opere pittoriche, polimateriche e sculture lignee, litiche, metalliche, in vetro, da terra, in sospensione, sculture mobili e ludiche da guardare, toccare e roteare.

Tra gli ospiti:

 

  • mercoledì 20 agosto: il giornalista Darwin Pastorin, insieme al critico Vincenzo Jacomuzzi, (ore 18); Mabò Band in concerto (ore 21);

 

  • giovedì 21 agosto: lo scrittore Giuseppe Culicchia, insieme con l’attrice Federica Mafucci, con il reading-spettacolo tratto dal suo libro Tutti giù per terra. Remixed (ore 18);

 

  • venerdì 22 agosto: il conduttore televisivo Antonio Lubrano con il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte Alberto Sinigaglia (ore 18); l’attore, clown ed acrobata Claudio Cremonesi (ore 21);

 

  • sabato 23 agosto: la giornalista e scrittrice Benedetta Tobagi, insieme con il critico Mario Baudino (ore 18); il compositore e pianista Massimo Colombo (ore 21);

 

 

  • domenica 24 agosto: l’editore e saggista Oliviero Ponte di Pino con lo scrittore Bruno Gambarotta (ore 11,30); Anna Maria Barbera, conosciuta per il suo personaggio “Sconsy” (ore 18).

 

«Era fondamentale per noi – sottolinea Claudio Cottini, Sindaco di Santa Maria Maggiore –  radicare questa iniziativa al territorio, organizzando la seconda edizione, perché non si pensasse che l’evento dello scorso anno fosse fortuito e casuale, ma, invece, l’inizio di un percorso culturale prestigioso. Sono onorato di ospitare un evento di grande richiamo e qualità che contribuisce a mettere in mostra una località come Santa Maria Maggiore, dove si investe sull’offerta al visitatore in modo attento, organizzato e di livello qualitativo, nel solco delle sue migliori tradizioni».

 

Info:

Segui Sentieri e Pensieri sui canali social di Facebook (santamariamaggiorepiemonte e SalonelibroTorino), Twitter (con l’hastag @#SentieriPensieri14) e Instagram.

Comune di Santa Maria Maggiore: 0324.95091 – 0324.94213 http://www.santamariamaggiore.info

Pro Loco di Santa Maria Maggiore: 0324.94565

 

IL PROGRAMMA DI SENTIERI E PENSIERI

Piazza del Risorgimento

 

Mercoledì 20 agosto

 

Ore 18

Incontro con Darwin Pastorin e Vincenzo Jacomuzzi

Darwin Pastorin, giornalista italiano-brasiliano, è nato a San Paolo del Brasile. È stato inviato speciale e vicedirettore di Tuttosport, direttore responsabile di Tele+ e Stream, direttore ai nuovi programmi di Sky Sport, vicedirettore e direttore di La7Sport. È direttore responsabile di Quartarete Tv. Tra i suoi libri Lettera a mio figlio sul calcio, L’ultima parata di Moacyr Barbosa (Mondadori); Le partite non finiscono mai, Tempi supplementari (Feltrinelli); e, con il figlio Santiago, Io, il calcio e il mio papà (Gallucci). Collabora con quotidiani e riviste. Scrive per il teatro. Ha vinto numerosi premi. Presso Einaudi ha pubblicato I portieri del sogno. Storie di numeri 1 (2009).

Adesso abbracciami, Brasile! (Elliot)

Per Pastorin il Brasile è soprattutto il luogo dell’infanzia, del mito, delle storie del bisnonno e del nonno, che furono i primi a partire, alla fine dell’Ottocento, verso la terra brasiliana. Poi toccò al padre e alla madre dell’autore, subito dopo la Seconda guerra mondiale, prendere la nave alla ricerca di un futuro e del benessere. Nel 1961 il ritorno in Italia, e per ventidue anni la nazione sudamericana restò nella memoria, una vera e propria saudade. Pastorin ci parla del paese dei campioni del pallone e degli artisti popolari, ma anche del suo Brasile più intimo, fatto di gente umile, abitanti delle favelas, italiani avvolti dalla determinazione e dalla tenerezza, piccole vicende personali che diventano le storie esemplari di tanti emigrati.

 

Ore 21

Spettacolo Musicale della Mabò Band

Street band nata nel 1991, il trio di fiati Mabò Band propone un cocktail di musica, gag e improvvisazioni teatrali, esibendosi per le strade e sui palcoscenici italiani e internazionali. Frequenti le loro incursioni musicali in tv da Maurizio Costanzo Show a Giochi Senza Frontiere, da Mezzogiorno in Famiglia in Rai fino alle recenti entrate sulla rete Mediaset a Striscia la Notizia con Enzo Iacchetti. Dal Festival Just pour Rire in Canada alle varie esibizioni in Giappone, dalle tourneè in Germania alle rassegne di Teatro Comico in Austria, la band continua a esportare verve e simpatia. Sia una cena di gala una rassegna di teatro un inaugurazione un festival o una convention aziendale la Mabò sa adattarsi alle situazioni più diverse.

 

 

Giovedì 21 agosto

 

Ore 18

Reading-spettacolo con Giuseppe Culicchia e Federica Mafucci

Considerato una delle voci più autentiche della narrativa italiana degli ultimi anni, Giuseppe Culiccchia è stato scoperto da Pier Vittorio Tondelli che aveva pubblicato alcuni suoi racconti nell’antologia Papergang-Under 25. Ispirato da autori come Hemingway, Carver, Bukowski e Bret Easton Ellis, ha esordito nel 1994 con Tutti giù per terra, in cui racconta le vicende di un giovane poco più che ventenne, Walter, che affronta le paure, le incertezze e la fragilità del mondo giovanile nella Torino di fine anni Ottanta con perplessità, disillusione e soprattutto un’irresistibile ironia. Nel 2014 pubblica una edizione “Remixed” di Tutti giù per terra, nella collana Mondadori Strade Blu, dove ambienta ai giorni nostri la vicenda e i personaggi narrati del suo romanzo d’esordio, aggiornandolo a No Tav, Twitter e primarie del Pd.

Oltre a Tutti giù per terra, tra i suoi lavori ricordiamo: Bla bla bla (Garzanti, 1997); Ambarabà (Garzanti, 2000); A spasso con Anselm (Garzanti, 2001); Il paese delle meraviglie (Garzanti, 2004); Torino è casa mia (Laterza, 2005); Ecce Toro (Laterza, 2006); Ritorno a Torino dei signori Tornio (Einaudi, 2007); Un’estate al mare (Garzanti, 2007); Brucia la città (Mondadori, 2009); Sicilia, o cara (Feltrinelli, 2010); Ameni inganni (Mondadori, 2011); BA-DA-BUM! (Ma la Mole no) (Feltrinelli, 2013). Ha tradotto Mark Twain, F.X. Toole, Bret Easton Ellis e Francis Scott Fitzgerald.

 

 

Venerdì 22 agosto

 

Ore 18

Incontro con Antonio Lubrano e Alberto Sinigaglia

Conduttore televisivo, Antonio Lubrano è conosciuto al grande pubblico per la storica trasmissione di Rai Tre Mi manda Lubrano, che ha condotto dal 1989 al 1996, cambiata poi in Mi manda Raitre, dedicata a truffe e raggiri di cui alcuni cittadini italiani sono stati oggetto. Dal 2000 è tra gli autori e presentatori di Mattina in famiglia, trasmesso su Rai Due. Per Rai Uno conduce il programma di musica lirica All’Opera. Nel 2004 vince il Premio Cimitile con l’opera Pomeriggio di luglio. Nel 2007 pubblica un libro dedicato alle fiabe per adulti. Nel marzo dello stesso anno Lubrano approda nel mondo dei blog con Lubrano Risponde, dal dove riceve le domande dei cittadini a proposito di problemi amministrativi, truffe e diritti negati.

L’isola delle zie (Ferrari)

Sullo sfondo blu del mare e del cielo di Procida, un’ingenua e morbosa curiosità spinge il giovane Carluccio Mazzella a indagare sul presunto assassinio dello zio. È l’inizio di un’avventura a ritroso nel tempo, alla ricerca di verità nascoste nel passato e nei sentimenti della sua simpatica e complicata famiglia. Il romanzo nel suo intreccio di personaggi, ricordi e tumulti emotivi offre un quadro vivace e coinvolgente di solitudini incrociate, passa attraverso situazioni caratterizzate da equivoci, fraintendimenti e rivelazioni, e conduce infine il protagonista alla consapevolezza della complessità della vita. Un viaggio immaginario su un’isola di pensieri e parole, dove una tiepida brezza senza tempo sfuma i confini tra passato e presente, realtà e fantasia.

 

Ore 21

Spettacolo di strada con Claudio Cremonesi

Attore, clown, giocoliere, acrobata ed equilibrista, ha studiato arti circensi e ha frequentato laboratori di recitazione, approfondendo in particolare la Commedia dell’Arte, il Teatro comico e la ricerca sul Clown. Si è esibito in piazze, teatri, circhi, scuole, festival in Italia e all’estero, sia con i propri spettacoli, sia partecipando a rappresentazioni di altre compagnie. Ha lavorato per il cinema, la pubblicità e la televisione. Insegna acrobatica, giocoleria e arti circensi.

 

 

Sabato 23 agosto

 

Ore 18

Incontro con Benedetta Tobagi e Mario Baudino

Benedetta Tobagi, nata a Milano, è laureata in filosofia, ha lavorato nella produzione audiovisiva, collabora con giornali e case editrici e si dedica a studi storici. È membro consiglio di amministrazione della Rai. Sviluppa iniziative culturali e progetti didattici insieme a centri di documentazione e associazioni per la memoria del terrorismo. Per Einaudi ha pubblicato Come mi batte forte il tuo cuore. Storia di mio padre (2009 e 2011) e Una stella incoronata di buio (2013).

Una stella incoronata di buio (Einaudi)

Il 28 maggio 1974, in piazza della Loggia a Brescia, nel corso di una manifestazione antifascista, esplode una bomba che uccide otto persone fra cui Livia, un’insegnante di italiano che ama la poesia. Insieme a queste esistenze, scompare un mondo intero; il mondo prima del 1974, un anno che marca un punto di svolta per l’Italia e non solo. Dopo, niente e nessuno sarà mai più uguale. Benedetta Tobagi ci conduce in un viaggio dentro i misteri recenti della vita italiana, per cercare di vedere anche al di là di una verità sempre incompleta e per fare in modo che una strage impunita non si riduca semplicemente a un luogo e a una data.

 

Ore 21

Concerto jazz con Massimo Colombo (appuntamento inserito nel calendario di Musica da bere 2014)

Ha collaborato con numerosi jazzisti italiani e stranieri sia in concerti sia in registrazioni, Massimo Colombo è uno dei compositori italiani più prolifici, autore di circa settecento opere di generi differenti. Fanno parte del suo catalogo numerose raccolte per pianoforte, musica da camera. Intensa anche l’attività didattica, insegna pianoforte ed armonia dal 1990 al Centro Professione Musica di Milano e dal 2006 arrangiamento jazz al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Dal 2012 è docente pianoforte jazz. È autore di numerosi testi didattici e di un corso multimediale per pianoforte e tastiere. Attualmente è direttore artistico del Bià jazz festival, che si tiene annualmente nella città di Abbiategrasso.

 

Domenica 24 agosto

 

Ore 11,30

Incontro con Oliviero Ponte di Pino e Bruno Gambarotta

Bruno Gambarotta, scrittore e giornalista, ha lavorato come spalla e conduttore di programmi radiofonici e televisivi. È anche attore di teatro e collaboratore di vari giornali, tra cui La Stampa. Molte delle sue storie hanno come cornice Torino, città che l’autore riesce a descrivere con ironia e attenzione ai dettagli, facendone emergere limiti e caratteri positivi. Tra le sue opere più recenti: Il codice Gianduiotto (Morganti, 2006), una risposta piemontese al Codice Da Vinci di Dan Brown, i legal thriller scritti con Renzo Capelletto Giallo Polenta (L’Ambaradan, 2007) e Black Pepper (L’Ambaradan, 2008), Polli per sempre (Garzanti, 2009). Oliviero Ponte di Pino, editore, saggista e critico teatrale, lavora da oltre trentacinque anni nell’editoria. Cura il programma di BookCity Milano. Insegna Editoria libraria all’Università Roma Tre e Letteratura e filosofia del teatro all’Accademia di belle arti di Brera. È autore, tra l’altro, di Quaderno del Vajont (con Marco Paolini, 1999), I mestieri del libro (2008), Le buone pratiche del teatro (con Mimma Gallina, 2014).

Fin dalla tenera ha scelto Santa Maria Maggiore come mèta delle sue vacanze estive.

Comico & Politico (Cortina)

Otto milioni di elettori hanno scelto il MoVimento 5 Stelle. Ma perché Beppe Grillo viene considerato un leader politico credibile da milioni di italiani e una grave minaccia da milioni di altri italiani? Come mai un comico rischia di avere un peso determinante nella politica europea dei prossimi anni? Per capire il successo del nuovo populismo digitale è necessario seguire in parallelo il percorso di Grillo e l’evoluzione della società italiana e dei media, ma anche il “teatro di guerra”: lo scenario culturale, economico e politico di questi ultimi vent’anni. Tra le forze politiche contrarie all’Europa dell’Euro, e determinante per il suo ampio bacino elettorale, c’è proprio il MoVimento 5 Stelle.

 

Ore 18

Incontro con Anna Maria Barbera “Sconsy”

Si è imposta in pochi mesi al pubblico televisivo della trasmissione Zelig Circus interpretando il personaggio di Sconsolata, una donna del sud emigrata al nord, che si esprime in un personale dialetto meridionale, parole moderne, termini stranieri e confuse sintassi al limite dell’invenzione. Anna Maria Barbera si diploma a Firenze alla Bottega Teatrale di Vittorio Gassman e debutta a Torino al Teatro Piccolo Regio. In pochissimo tempo approda a Milano al Teatro Zelig con Provaci ancora Man. Nel 2003 Leonardo Pieraccioni la vuole per interpretare Nina in Il paradiso all’improvviso ottenendo al suo debutto le candidature al David di Donatello come miglior attrice non protagonista e al Nastro d’Argento nella stessa categoria. Questo è l’inizio di una carriera comica in campo cinematografico. Il suo film più recente è Matrimonio alle Bahamas di Claudio Risi. Contemporaneamente, torna a Zelig con un nuovo personaggio, la poetessa Magnific.

Dimmelo ammèil (Vallardi)

Nell’era di Internet anche Sconsolata usa i nuovi media per dialogare. I fan le inviano mail sincere e coinvolgenti in cui la interrogano su quesiti esistenziali: dalle loro domande emerge un profondo bisogno di essere ascoltati, di non essere lasciati soli nel confronto con un quotidiano sempre più difficile. Meno male che c’è Sconsy: le sue risposte affermano il valore di un dialogo che avvicina le persone, meno tecnologico più cardiologgico, dice lei, ossia attento al cuore. Nel suo linguaggio, che non rinnega le origini ma che si rinnova e reinventa, l’autrice riflette sul nostro tempo con ironia, saggezza e solidarietà.