I vincitori del Premio Arenella 2015

associazioneIl 15 maggio scorso, presso la Sala delle Lapidi di Palazzo delle Aquile, si è svolta la cerimonia di premiazione del “Premio Arenella Città di Palermo”, giunto alla sua VI edizione.  Il Premio Arenella è la sintesi perfetta dell’impegno culturale che l’Associazione Palermo Cult Pensiero ha in questi anni messo a disposizione  verso ogni forma d’arte, valorizzando non solo la conoscenza in senso lato, ma valorizzando in particolare le voci del territorio e dunque le tradizioni popolari, la poesia in lingua e in dialetto, la musica, la pittura e tutto ciò che possa destare interesse, soprattutto nelle giovani generazioni, per promuovere le molteplici attività che salvaguardano e tutelano il patrimonio culturale locale.

Non a caso il Premio Arenella, indetto dall’Associazione Palermo Cult Pensiero, presidente Francesco Anello, vice presidente Rosaria Mutolo, parte dalla suggestiva borgata marinara per allargarsi alla città di Palermo, alla Sicilia e andare oltre il mare che la circonda per un riconoscimento culturale che abbraccia il panorama nazionale.  Il Premio dunque come dice Francesco Anello è diventato “Punto di riferimento per la crescita di fermenti culturali che vanno assecondati e stimolati”.

La prestigiosa giuria composta dai professori : Salvatore Di Marco presidente, Tommaso Romano, Ciro Spataro, e dalle dottoresse  Eliana Calandra, Rita Cedrini dà sicuramente garanzia di serietà e di alte competenze per la selezione delle opere partecipanti, che nel tempo si qualificano sempre di più per contenuto e stile.

Finalisti del Premio Arenella 2015 per la silloge in lingua dialettale sono :

la poetessa Mimma Raspante con “Ora cunfessu”

il poetra Salvatore Paolino con “Pinzeri o scurari”

Vincitore del Premio Arenella 2015 per la silloge in lingua dialettale  è

il poeta Salvatore Gaglio con “La sorti di lu Munnu e l’Omu”.

Finalisti del Premio per la silloge in lingua italiana sono:

il poeta Rosario Aveni con “Messaggi in codice”

il poeta Luigi Impresario con ”Un labirinto di parole”.

Vincitore Premio Arenella 2015 per la silloge in lingua italiana è

il poeta Biagio Balistreri con “Il fabbricante di parole”.

La cerimonia di premiazione si distingue ogni anno per la dedicazione del Premio ad un poeta, quest’anno, attraverso le belle parole di Salvatore Di Marco si è ricordato il grande poeta siciliano Ignazio Buttitta, lo stesso Di Marco ha poi recitato, commuovendo il pubblico presente, la toccante poesia “Littra a ‘na mamma tedesca”.

Momenti di grande emozione si sono susseguiti durante la consegna della targa “Premio Speciale Alberto Prestigiacomo” riconoscimento che viene dato a personalità palermitane della cultura e dell’arte in ogni campo.

Sono stati meritatamente premiati Maria Concetta Di Natale, professoressa di Storia dell’Arte Applicata e dell’Oreficeria presso Lettere e Filosofia di Palermo, Padre Cosimo Scordato per il suo impegno nel sociale e il Maestro Pippo Madè, pittore di fama internazionale, che con la solarità dei suoi colori porta la nostra Sicilia nel mondo. La manifestazione è stata abilmente condotta dall’attrice KatiusKa Falbo e allietata dal bravo musicista Luigi Sanzone che fa parte dell’organico dell’Orchestra a plettro del Conservatorio V.Bellini di Palermo

Giovanna Sciacchitano