Venerdì 27 gennaio | Primo giorno di SetUp Contemporary Art Fair

Pubblicato: 26 gennaio 2017 in Arte e mostre

setup-logo7Grande attesa per domani venerdì 27 gennaio per l’evento serale più atteso dell’art week bolognese, con la prima giornata ufficiale di SetUp Contemporary Art Fair, che dalle ore 17 all’1.00 di notte spalancherà le porte dell’Autostazione di Bologna al grande pubblico. Sarà la prima vera occasione per visitare gli oltre 2.200 metri quadrati di fiera e addentrarci nel magico mondo delle 60 gallerie espositrici, di cui un quarto internazionali.

Anche quest’anno le due eccezionali organizzatrici, Simona Gavioli e Alice Zannoni, propongono il format esclusivo che da cinque anni la contraddistingue, celebrando questa V edizione con il tema dell’EQUILIBRIO, in tutti i suoi sensi. A cornice della fiera, infatti, sarà il consueto Programma Culturale, offerto gratuitamente ai visitatori e quest’anno a cura di Algoritmo Festival con la direzione di Serena Achilli e di Remember the future, di Fabio Lucarelli. Saranno presentati nell’Area Talk – lo spazio dell’atrio centrale dell’Autostazione – una serie di appuntamenti, fra conferenze e incontri, che affronteranno non solo il tema dell’arte, ma tutto ciò che è attuale e tendenza nel panorama internazionale dell’arte contemporanea.

 

Ad accogliere il pubblico domani pomeriggio alle ore 18 sarà l’incontro dal titolo Il valore della street art tra urban renewal e rimborsi spese  con la partecipazione di Stefano Monti, Partner Monti&Taft e docente in Management delle Organizzazioni Culturali at Pontificia in dialogo con l’ Urban Artist ETNIK a riflettere sul rapporto tra arte e territorio. Una delle evoluzioni più interessanti del panorama artistico contemporaneo è sicuramente rappresentata dal binomio arte/riqualificazione urbana per due versanti: da un lato il rapporto tra arte/artista e territorio-cittadini; dall’altro il rapporto tra arte ed economia (con il riconoscimento del valore economico dell’arte anche fuori dai circuiti finanziari). Ma c’è ancora un lato oscuro da analizzare e che riguarda la remunerazione dell’artista, il quale spesso agisce su base spontanea, o con un contributo spese. Il rischio è di riproporre un utilizzo strumentale dell’arte e della cultura. A tal proposito, Setup intende ragionare circa le nuove modalità di intervento e di “ingaggio” degli artisti.

 

Sempre nell’Area Talk, alle ore 19, si tornerà a parlare di politiche culturali nella tavola rotonda con Paride Leporace, Direttore Lucana Film Commission, Francesco Nicodemo, Consigliere Palazzo Chigi, esperto di comunicazione, Sergio Ragone componente CGIAM – CISST, promotore #Narrazioni19 con il talk “Dai luoghi dell’abbandono alla nascita degli hub culturali. Matera, Bagnoli: un confronto tra storie e identità differenti per la costruzione di politiche pubbliche a sostegno dell’innovazione e delle produzioni culturali”, per riflettere sulle opportunità della rinascita del Sud, sulla sua nuova narrazione e sul suo nuovo modo di presentarsi al mondo, come luogo in cui fare business e vivere in un contesto di rara bellezza.

 

La serata del 27 gennaio proseguirà alle ore 20 con l’atteso momento delle premiazioni, eccezionali riconoscimenti da assegnare ad artisti, curatori e gallerie intervenuti non solo dall’Italia, ma da tutto il panorama mondiale.

Primo fra tutti, il Premio SetUp, che valorizza gli artisti e i curatori under 35 presentati dalle gallerie. A stabilire il vincitore sarà la giuria composta dal Comitato Scientifico, ovvero da Silvia Evangelisti e Diego Bergamaschi, e dal Comitato Direttivo, Simona Gavioli e Alice Zannoni; seguirà il Premio Casa Falconieri, che offrirà all’artista premiato una residenza di dieci giorni presso lo Studio Casa Falconieri in Sardegna. Selezioneranno il vincitore, Gabriella Locci, Presidente Casa Falconieri, Dario Piludo, Direttore Casa Falconieri e il Comitato Direttivo. Infine, il Premio Alviani ArtSpace, che offrirà all’artista selezionato l’occasione di realizzare un progetto espositivo per lo spazio Alviani Art Space di Pescara. Decreteranno il vincitore la commissione formata dal Comitato Direttivo e da Lucia Zappacosta, Direttore artistico Alviani ArtSpace.

 

Il Premio Tiziano Campolmi invece è ancora in corso e aperto fino a sabato notte: i visitatori potranno votare la foto che piace di più tra le 11 selezionate attraverso il like nella pagina Premio tiziano Campolmi. Le 5 opere più apprezzate passeranno al vaglio della direzione che assieme all’avvocato Andrea Benericetti, decreterà il vincitore domenica 29 gennaio alle ore  15.00.

 

Nel corso della serata, sempre nell’Area Talk, al termine delle premiazioni sarà annunciato a gran sorpresa il tanto atteso tema della prossima edizione di SetUp Contemporary Art Fair – che nel 2018 giungerà al suo sesto capitolo – per stuzzicare la curiosità e l’interesse di appassionati e intenditori, nonché di tutti gli affezionati estimatori della fiera.

 

Coloro che sceglieranno di visitare Setup dopo cena, saranno accolti alle ore 21 dall’incontro “Rigenerazione Urbana”, con la partecipazione di Lorenza Baroncelli, Assessore alla rigenerazione urbana della città di Mantova, e il giornalista Sergio Ragone a cui seguirà, per coronare la serata, l’incontro tematico delle ore 22 relativo a “L’EQUILIBRIO NELL’ARTE: dal De Stijl al Gruppo Mana”, a cura di Remember the future, per incontrare il concetto di equilibrio sulla base delle rivoluzioni culturali che hanno segnato i secoli e gli ultimi decenni dando la parola a Arianna Grava, art advisor, Olivia Spatola, curatrice e Nicola Evangelisti, artista.

 

A chiudere le conferenze di venerdì, dalle 23 alle 24 in talk dedicato a Arte e nuove tecnologie in Italia: tra formazione e ricezione, con la presenza di Domenico Quaranta Critico d’arte contemporanea curatore e docente IED e Marco Cadioli, Artista.

 

In contemporanea, alle ore 17.30, alle 19 e alle 21, si terranno gli Atelier-laboratori per l’infanzia, a cura di Beatrice Calia, in collaborazione con santostefanoVENTINOVE, per offrire anche ai più piccoli visitatori una speciale fruizione della fiera. Come consueto, non mancheranno divertenti laboratori creativi, in linea con il tema guida di questa edizione 2017: i bambini daranno spazio alla fantasia attraverso la sperimentazione, l’ascolto e il gioco e, come piccoli artisti a lavoro, creeranno opere fluttuanti con fili, carta e piccoli oggetti per conoscere le molteplici sfaccettature dell’equilibrio. Come sempre, l’attività laboratoriale sarà affiancata da speciali visite guidate e sarà possibile accedere previa prenotazione.

 

Inoltre, per l’intera durata della serata non mancherà lo spazio dedicato al relax e al food, con una special area riservata alla Collectors Lounge e con tante novità ad attendervi nell’Area Editoria. Ovviamente, con SetUp visitare la fiera all’ora di cena non è stato mai un problema: anche quest’anno, il ristorante Il Lumachino offrirà ai visitatori della fiera una vasta scelta di piatti tipici della cucina bolognese.

 

Per le anime notturne, SetUp sarà visitabile fino all’una di notte e per chi non ha ancora abbastanza, ad affiancare gli appuntamenti della fiera, ci sarà SetUp+, il contenitore degli eventi off attivi in città durante la fiera. Vi aspetta la mostra presso la Galleria Portanova 12 con “FUCK ALIENS��, personale di Fuck Aliens, a cura di Antonio Storelli (dal 25 gennaio 2017 al 25 febbraio 2017); la Galleria B4 con “SI VIS PACEM, PARA BELLUM”, personale di Zino a cura di Luca Ciancabilla, testi di Raffaele Quattrone (dal 21 gennaio all’1 marzo); “PA(E)SAGGI”, la mostra collettiva a cura di Gioacchino Montagna presso Fantomars: Atelier Carmen Avilia (dal 27 al 29 gennaio); il Cortile cafè con “ASSONANZE, rumori di carta”, mostra collettiva a cura di Ass. Civico 32 e La scuola della Carta (dal 24 gennaio 2017 al 28 febbraio 2017); il Cafè del la Paix con “PROGETTARE FOTOGRAFIE”, mostra collettiva a cura di Simone Martinetto and Felsina factory (dal 28 gennaio 2017 al 19 febbraio 2017), e tanto altro ancora.

 

 PROGRAMMA SetUp Plus

http://www.setupcontemporaryart.com/2017/setup-plus/

 

·                INFORMAZIONI UTILI

 

Date e orari:

27/28 GENNAIO 2017 – DALLE ORE 17.00 ALLE 01.00

29 GENNAIO 2017, DALLE ORE 12.00 ALLE 22.00

 

Ingresso: € 7.00

Gratuito per bambini di età inferiore ai 10 anni

Direzione organizzativa:

info@setupcontemporaryart.com

Simona Gavioli  simona.gavioli@setupcontemporaryart.com

Alice Zannoni alice.zannoni@setupcontemporaryart.com

Segreteria Organizzativa

Roberta Filippi 392 9492881 roberta.filippi@setupcontemporaryart.com

Link di riferimento

www.setupcontemporaryart.com

Facebook: www.facebook.com/setupartfair

Twitter: @setupartfair
Instagram: @setupartfair

INFO KINDER SetUp

Ogni laboratorio ha la durata di un’ora ed è rivolto a bambini dai tre anni in su.

Per i bambini sotto i sei anni è richiesta la presenza di un genitore.

Orari:

Venerdì 27 gennaio: alle ore 17.30 – 19.00 – 21.00;

Sabato 28 gennaio: alle ore 17.30 – 19.00 – 21.00;

Domenica 29 gennaio: alle ore 14.30 – 16.00 – 17.30 – 19.00.

Costi: La partecipazione delle attività Kinder SetUp è 3 € per bambino

(*L’ingresso a SetUp Contemporary Art Fair è gratuito per bambini fino a 10 anni)

Per info e prenotazioni: bea@beatricecalia.it

Annunci

I commenti sono chiusi.