Ferrini, da Sanremo a “Sono Romagnolo”. Il coming out di Marco Sabiu

Pubblicato: 16 febbraio 2017 in Musica e spettacolo

Scartato da Sanremo, riabbracciato dalla sua Romagna. Che prima l’ha elevato a testimonial del suo prodotto simbolo, la Piadina Romagnola, e adesso lo vede esordire in qualità di cantante. È Maurizio Ferrini che farà il suo debutto come vocalist a “Sono Romagnolo”, la kermesse dedicata all’identità della Romagna in Fiera a Cesena (3-5 marzo).

 

Il motivo che canterà in prima nazionale è “Terra d’amor”, neanche a dirlo dedicata proprio alla Romagna. Una sonata che poteva salire sul celebre palco dell’Ariston, scartata però dalla selezione dei big al Festival di Sanremo. “Mi ero iscritto al Festival con la domanda numero 41 – racconta il comico cesenate – ma sono stato bocciato”.

 

E così si è dovuto accontentare della kermesse Sanremo per il Sociale, rassegna collaterale di scena al Teatro dell’Opera del Casinò nelle stesse giornate della kermesse, di cui Ferrini è stato co-presentatore insieme a Patrizia del Vasco. E proprio in questo contesto l’ex brigadiere Gridelli ha dato appuntamento a “Sono Romagnolo”, annunciando il suo debutto come cantante, ospite della prima serata (3 marzo ore 20,00) e in quella di chiusura (domenica 5 alle ore 16).

Terra d’Amor” è una vera e propria dichiarazione d’amore per la terra, la gente, il cibo, il sole, il mare e le bellezze della Romagna, comprese in particolare le donne. Il brano nasce da un’inedita collaborazione con due grandi miti della musica: Elio, per il testo, e Maurizio Fabrizio, per la musica. Un triangolo strategico, in ambito artistico, tra Lombardia con Elio, Lazio con Maurizio Fabrizio, e Romagna con Maurizio Ferrini per esaltare e celebrare simpaticamente tutti insieme un territorio che, nell’immaginario collettivo di tante generazioni, in Italia come all’estero, ha rappresentato e rappresenta tuttora il luogo ideale del bel vivere, della simpatia e dell’amore. Il progetto artistico-discografico è curato da Adriano Fabi, produttore e manager di Renzo Arbore, per la Wing.

 

Marco Sabiu fa coming out per la Romagna

Venerdì 3 marzo il grande direttore Marco Sabiu, presidente della giuria dei vari concorsi musicali sarà a “Sono Romagnolo”. Nell’annunciare la sua presenza coglie l’occasione per fare il suo coming out sentimentale per la Romagna: “Ebbene sì, nonostante il mio cognome, posso dire anch’io Sono Romagnolo. Nato e cresciuto a Forlì, da mamma forlivese e padre cagliaritano, non potevo certo mancare a questo evento! Preparate le piadine con lo squacquerone!”.

Un evento che per lui acquista un valore speciale in quanto ospitato nella città di Cesena che l’ha visto dirigere il più grande gruppo musicale della storia dei Rockin’1000, di cui ha prodotto nel 2016 “That’s Live” per la Sony Music.

 

Premio “Sono Romagnolo” a Ivano Marescotti

Infine, Domenica 5 marzo alle ore 18 il noto attore Ivano Marescotti riceverà il Premio al “Romagnolo dell’anno”, lo scorso anno assegnato al comico Giuseppe Giacobazzi. A seguire l’anchorman realizzerà un esclusivo recital sulla romagnolità.

 

 

Info:

“Sono Romagnolo – Cesena Fiera, 3-5 marzo 2017
Orario: venerdì 3 marzo 17.00-23.00; 4 marzo 10.00-23.00; domenica 10.00-21.00.

Ingresso: 2 euro

www.sonoromagnolo.it

Facebook: Sono-Romagnolo

Tel. 0547 21349

Annunci

I commenti sono chiusi.