Vittoria Cafarella: dove finisce il fiume e comincia il mare

Pubblicato: 21 aprile 2017 in Arte e mostre

vittFACTORI e SUDESTASI CONTEMPORANEA presentano VITTORIA CAFARELLA Dove finisce il fiume e comincia il mare con un testo di Gianluca Gulino OPENING 23/04/17  h 19:00  fino al 14/05/17

Factori e Sudestasi Contemporanea sono liete  di annunciare “Dove finisce il fiume e comincia il mare”, mostra personale di Vittoria Cafarella, la cui pratica attraverso pittura, fotografia e collage, indaga archivi improbabili e le relazioni tra questi e la memoria individuale.

Sudestasi Contemporanea è la cornice di un progetto che affonda le radici nel collage 16684015_10210343006464762_3383596552471003352_nanalogico e si propone come riflessione su alcune polarità della composizione: il confine tra linea e superficie e le proprietà pittoriche di frammenti accumulati dall’autore, che in questa sede sono “strappi” provenienti da foto censurate dai social network e da manuali di paesaggistica. Il collage, possibilità inesauribile  di relazioni variabili tra forma e contenuto, è qui indagato in quanto sovrapposizione di pezzi o frazioni di superfici qualificate per le loro autonome caratteristiche espressive, successivamente tradotto in forma installativa attraverso la stampa digitale. Le immagini che osserviamo infatti, ad un primo livello, determinano rapporti ottici con le cose in relazione a superficie, peso, volume; le caratteristiche di tutto quello che investe la retina potrebbero essere ridotte a qualità tattili, lo stile e la pelle, che un’immagine digitale tende ad annullare, lasciando tuttavia inalterata la tentazione di strappare intorno ai bordi e sbirciare dietro lo schermo per vedere le interiora.

 

Vittoria Cafarella

(1983)

Palermo // Bologna

http://vittoriacafarella.com/

Tra le esposizioni: PREMIO F. FABBRI per le Arti Contemporanee, a cura di Carlo Sala, Pieve di Soligo, TV (2016) –  NO PLACE 2, a cura di Umberto Cavenago, LO (2016) – Quale Grande Guerra?, a cura di: Walter Guadagnini, Giovanna Caimmi, Beatrice Buscaroli, Spazio, Fondazione Zucchelli, BO (2015) – Contingenze, Spazio, Fondazione Zucchelli, BO (2014) – N3xt, Squadro, BO (2013) – Step /013-​il dialogo,​ a cura di Lelio Aiello, Accademia di Belle Arti di Bologna, (2013) – La ‘Zine, Adiacenze, BO (2013) – Young Art Talent, Capo d’Orlando, ME (2013)​ – Homework Festival 9, Spazio Sì, BO (2011) – Flashback, a cura di Martina Pecoraino e Rosa Persico, Cantieri Culturali della Zisa, PA (2009).

 

L’evento fa parte del format Urban Farmer

Urban Farmer è un progetto Farm Cultural Park per promuovere i valori e la filosofia Farm attraverso un format unico ed innovativo, che ha come finalità di ispirare buone pratiche nell’ambito dell’utilità sociale e dello sviluppo sostenibile, prendendo spunto dall’esperienza di Farm Cultural Park.

Lo scopo principale di Urban Farmer è quello di creare un network di ambasciatori Farm, che condividono fortemente i valori e intendono promuovere la sua cultura in tutte le sue forme di espressione. Gli UFs dovranno intraprendere relazioni e connessioni con i protagonisti dell’innovazione e della creatività dei posti in cui vivono.

“Luoghi in cui essere felici “ (Places that make us happy) è il tema centrale dell’evento perché questi luoghi sono quelli deputati a ricostruire relazioni sociali nell’ambito del tessuto urbano per immaginare un futuro migliore per noi e per le future generazioni. In sostanza, questo evento è un format pensato da FKP per essere semplice, replicabile e sostenibile.
Sudestasi Contemporanea

via Torrenuova 93, Ragusa Ibla

http://www.factori.it
http://www.sudestasicontemporanea.com

info@sudestasicontemporanea.com

Annunci

I commenti sono chiusi.