Chaplin e Losanna

Pubblicato: 11 luglio 2018 in Enogastronomia e turismo

chaplin-uomoViaggio all’interno del Musée de l’Elysée

E’ rinomato a livello internazionale perchè il Musée de l’Elysée  di Losanna è ritenuto uno dei più importanti musei tematici d’Europa dedicati interamente alla fotografia. Il museo si trova all’interno di  una villa del XVIII secolo con una splendida vista sul Lago Lemano ma ancora per poco, poiché, nonostante la bella cornice “ancienne”  l’edificio non può adattarsi alle esigenze strutturali delle esposizioni (gigantografie, spazi piu ampi, percorsi interattivi). Un nuovo progetto è già in cantiere: a partire dal 2019 ( ma il vero polo museale sarà completato nel 2020) e una moderna struttura di fronte alla stazione di Losanna ospiterà anche il patrimonio artistico e fotografico di questo museo.
Il museo è un importante riferimento per la conservazione e la rivalutazione dell’eredità fotografica, l’Elysée ospita oltre un milione di esemplari, nonché raccolte fotografiche di autori del calibro di René Burri, Ella Maillart, Nicolas Bouvier e Charlie Chaplin. La collezione del Museo è una delle più grandi e varie d’Europa. Le sale attualmente ospitano mostre temporanee e dal 30 maggio fino al 23 settembre 2018 è possibile visitare “Jean Dubuffet. L’outil photographique”, prima occasione di studio dei fondi fotografici della Fondazione Dubuffet sulla produzione dell’artista (pitture, bozzetti d’architettura e Elyseescenografie).
Altra mostra di grande interesse attualmente in programma  è  La vita a colori di  Jacques Henri Lartigue. L’artista  è considerato tra i più grandi fotografi del ventesimo secolo; si possono osservare scatti di notevole interesse artistico dove il concetto di fotografia a colore trova la sua massima espressione.

Ma una pregiata peculiarità del Museo è il suo archivio che lega Charlie Chaplin con la città di Losanna. Grazie al lavoro effettuato dalla Fondazione Chaplin il Museo dell’ Eliseo di Losanna custodisce un tesoro formidabile ovvero il fondo fotografico di Chaplin, scatti effettuati da artisti-fotografi durante le riprese dei film dell’ attore e regista .

Questo archivio fu di proprietà dello stesso Charlie Chaplin, poi passò alla sua famiglia.  L’archivio comporta un numero impressionanti di scatti, dagli esordi sui palcoscenici del music-hall inglese agli ultimi giorni della sua vita in Svizzera. Oltre 75 anni di fotografie e ritagli che ripercorrono la carriera del più universale tra i cineasti.

In Italia, la città di Bologna ha un legame forte sia con Chaplin che Losanna poiché  la rinomata Cineteca di Bologna ha da diversi anni il delicato compito di ricostruire l’intera opera di Charlie Chaplin. Oltre alla digitalizzazione e catalogazione dell’archivio cartaceo del cineasta, vi è il complesso restauro della sua opera cinematografica. Questo lavoro minuzioso, voluto dagli eredi, è interamente eseguito a Bologna sotto il diretto controllo di un personale altamente specializzato e di laboratorio.

Ad una ventina di km da Losanna, a  Corsier-sur-Vevey , c’è la casa-Museo Chaplin dove l’artista ha vissuto per quasi 25 anni. Un percorso ludico culturale per scoprire o riscoprire la vita del mitico regista-attore. Oggi accoglie migliaia di visitatori e sul lungo lago di Vevey c’è la sua storica statua,  in memoria del lungo periodo che l’attore  ha trascorso in questa città, durante il Maccartismo negli Stati Uniti. Così trascorse il resto della sua esistenza a Corsier-sur-Vevey e venne “riabilitato” dall’opinione pubblica americana solo all’inizio degli anni settanta, quando tornò nella sua patria di adozione per ritirare l’Oscar alla carriera, un premio tardivo che avrebbe solo parzialmente riparato l’onta dell’ esilio forzato.

 

Musée de l’Elysée
Avenue de l’Elysée 18 – 1014 Lausanne
Tel. +41 (0)21 316 99 11
info@elysee.ch

http://www.elysee.ch

Per ulteriori informazioni:

LAUSANNE TOURISME Av. de Rhodanie 2, 1001 LAUSANNE (CH) Tel. +41 21 613 73 62 – @mylausanne http://www.lausanne-tourisme.ch

 

Salvatore Todaro

Annunci

I commenti sono chiusi.