dancER 2019: torna a Bologna e Ravenna la scuola di Hip Hop per i ragazzi delle periferie

oioTorna per il secondo anno consecutivo il progetto dancER, che già nel 2018 ha portato nelle scuole e nei centri sociali di Bologna e Ravenna i grandi nomi dell’Hip Hop per corsi gratuiti dedicati ai ragazzi delle periferie cittadine.

Da gennaio a giugno 2019, dancER porterà nel quartiere Navile di Bologna (scuola Salvo d’Acquisto) e a Lido Adriano (CISIM) corsi di Hip Hop, Break dance e Street dance tenuti da insegnanti professionisti, con lo scopo di facilitare l’inclusione e promuovere una sana aggregazione dei ragazzi, attraverso un’attività divertente ma anche disciplinata.

Una grande novità di questa seconda edizione è l’inserimento del corso di dancER tra le attività curriculari della scuola di Bologna che ospiterà le lezioni.

dancER è nato da un’idea di Vittoria Cappelli e Gabriella Castelli, è promosso dall’associazione LaborArtis e organizzato da Laboratorio delle Idee con la direzione artistica di Monica Ratti e vuole rispondere all’urgenza individuata dalle amministrazioni nel recente Piano per le Periferie, con l’obiettivo sia di riqualificare spazi sia di avviare progetti dedicati all’inclusione.

Dagli anni Settanta, l’Hip Hop infuoca i cuori e i corpi di milioni di giovani che sempre più provengono da contesti culturali, religiosi e linguistici diversi, e si è confermato un linguaggio universale, in grado di attraversare le differenze e di offrire un terreno comune e imparziale, comprensibile e assimilabile da tutti. Nato nel Bronx, malfamato e povero distretto della Grande Mela, si è diffuso nel mondo e, oggi, le crew più rinomate solcano i palcoscenici più blasonati e possono ambire a riconoscimenti internazionali essendo recentemente stata riconosciuta come disciplina olimpica.

DancER intende coinvolgere, in accordo con i desiderata dell’Amministrazione, le periferie della regione Emilia-Romagna che risentono maggiormente di fenomeni di emarginazione e di difficoltà d’inclusione giovanile.

I corsi sono tenuti dalle due insegnanti residenti Raffaella Siano (Boobi) e Serene Sésé Ballarin ma sono previste incursioni di grandi nomi della danza che offriranno uno stage speciale ai ragazzi. Gianluca Colonnelli torna a grande richiesta avendo conquistato l’anno scorso tutti i ragazzi con la sua capacità di aggregazione. Tra gli altri, anche Carlos Kamizele, perfomer e coreografo di fama internazionale e Stefania Palmieri, ballerina professionista e coreografa di “Ballando con le stelle”, e Federica Galimberti, coreografa della Compagnia Hip Hop E.Sperimenti per stimolare i più dotati anche verso un percorso professionale.

Federica Galimberti offrirà una borsa di studio per l’esperienza di una settimana in Compagnia.

All’interno delle scuole saranno allestite vere e proprie sale prove in cui si terranno i corsi differenziati per età e livello dei partecipanti e in più quest’anno dancER regalerà, grazie alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale, alla scuola Salvo d’Acquisto l’impianto audio per fare lezione.

L’Hip Hop è insieme un ballo, una musica, un movimento artistico e culturale. È divertimento, spiritualità, forza ed energia, è in grado di descrivere tutti gli stati d’animo che si vivono quotidianamente. L’Hip Hop è uno stile di vita o meglio, la vita.  È espressione di sé, è libertà, è il mezzo più diretto ed immediato per raccontare le proprie emozioni.

Il corso è completamente gratuito e non è rivolto solo agli studenti delle scuole interessate ma a tutti i giovani che vorranno approfittare di questa opportunità.

Nel mese di giugno, alla fine del corso, si terrà poi un vero e proprio spettacolo che vedrà esibirsi sul palco i ragazzi che hanno partecipato alle lezioni a fianco degli insegnanti e dei grandi nomi dell’Hip Hop che hanno fatto loro visita durante il periodo di studio.

In più, durante i sei mesi di prove, i ragazzi potranno anche essere partecipanti attivi della redazione che trasmetterà in diretta le emozioni, la soddisfazione e le impressioni sul progetto, cimentandosi nella scrittura di testi e post che saranno veicolati attraverso i canali social dedicati (https://www.facebook.com/progettodancer/www.instagram.com/p/BcNnp8wD6Q2/)

Infine, il media-partner di dancER, DanzaSì, attiverà un concorso grazie al quale i bambini e ragazzi iscritti potranno diventare veri giornalisti per un giorno, facendo interviste e scrivendo pezzi di presentazione, critica o recensione: i migliori scritti saranno pubblicati e i primi tre classificati riceveranno un premio in denaro di 100€.

Il progetto ha il patrocinio di Comune di Bologna, Comune di Ravenna ed è a oggi sostenuto da Alfasigma, Fondazione Germano Chincherini, Fondazione del Monte, IMA e Marposs, ha il supporto di Emilbanca e Gruppo Hera e può contare su numerosi sponsor tecnici.  Radio Sata, che fornirà l’attrezzatura tecnica audio e luci per lo spettacolo finale, Macron, che vestirà gli allievi con abbigliamento personalizzato e Endas per la copertura assicurativa dei ragazzi. Media partner è la testata specializzata DanzaSì.

 

Corsi a Bologna

Corso 10-14 anni: venerdì ore 14.30-16.30 alle Scuole Salvo d’Acquisto (via della Beverara 188 – Bologna), massimo 50 partecipanti.

Inizio lezioni: venerdì 18 gennaio

Corso IV elementare Bottego (riservato alla classe IV della scuola elementare Bottego in orario curriculare): giovedì ore 14.30-16.30

Inizio lezioni: giovedì 17 gennaio

 

Corsi a Ravenna-Lido Adriano

CISIM (via Parini 48)

Corso fino a 10 anni: mercoledì, ore 16.45 – 17.45

Corso dagli 11 anni: mercoledì, ore 17.45 – 18.45

Inizio lezioni: mercoledì 16 gennaio

 

Informazioni sui corsi

Associazione LaborArtis | Segreteria@laborartis.org | T. 051 273861