“Che non abbia fine mai… La memoria ebraica e della deportazione fra musica e racconti

che-non-abbia-mai-fineIn occasione del giorno della memoria, per non dimenticare la Shoah, TaG – Teatro a Granarolo, il 25 gennaio alle 21.00, ha voluto ospitare lo spettacolo “Che non abbia fine mai… La memoria ebraica e della deportazione fra musica e racconti”, di e con Eyal Lerner.

Si tratta di uno spettacolo ricco di testimonianze e canti, finalizzato all’approfondimento della storia e della cultura ebraica, alla memoria della Shoah e della deportazione politica. L’iniziativa nasce dalle eclettiche esperienze didattiche ed artistiche di Eyal Lerner, musicista nato e formatosi in Israele e residente in Italia dal 1995.

Lo spettacolo si inserisce all’interno del più ampio Progetto Memoria dello stesso Lerner che, attraverso la sua ricerca artistica e didattica, ha coinvolto ad oggi migliaia di studenti e docenti in questo percorso in continua evoluzione. Lerner, infatti, crede che tramite le arti sceniche ci si possa aprire a sentimenti autentici di solidarietà e compassione e creare relazioni profonde, capaci di rafforzare la propria individualità. Crede che, dopo essersi immersi da protagonisti in una delle pagine più buie della storia, si possa riemergerne ottimisti, più consapevoli e coraggiosi.

 

Di seguito il programma del fine settimana:

 

VENERDì 25 GENNAIO

PROSA | ORE 21.00

Che non abbiano fine mai… La memoria ebraica e della Deportazione fra musica e racconti

Di e con Eyal Lerner

Ingresso €15,00 Socio €12,50/ Ridotto (under 25 over 65 ) € 13.50 / Bambini €1

 

 

Per info e prenotazioni la biglietteria è aperta presso la sede del teatro:

martedì e giovedì dalle ore 17.00 alle ore 19.00

sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.30

 

E’ possibile acquistare i biglietti online anche attraverso il circuito Vivaticket

 

Cooperativa dello Spettacolo nasce nel 1952, grazie alla volontà di un gruppo di cittadini di Granarolo dell’Emilia, con la finalità sociale di supportare la crescita culturale ed il sapere dei cittadini e delle cittadine sul territorio. Negli anni si è data continuità a questa funzione, portando avanti una progettazione attenta e offrendo una proposta continuata di servizi dedicati alla cultura, grazie alla gestione di un patrimonio immobiliare che in centro al paese comprende spazi di svago polivalenti destinati a tutta la cittadinanza e una ampia sala in cui nel tempo sono stati offerti spettacoli, concerti, serate danzanti. E grazie oggi alla costruzione del nuovo Teatro a Granarolo, gli attuali 360 soci di Cooperativa dello Spettacolo continuano a onorare la finalità sociale espressa agli esordi, con impegno e dedizione, offrendo alla propria comunità territoriale ulteriori originali proposte culturali.

 

TaG, Teatro a Granarolo, è situato strategicamente nel centro di Granarolo dell’Emilia, alle porte di Bologna, ha aperto le porte al pubblico per la prima volta nel settembre 2016, ma da allora a oggi seppur senza sovvenzioni pubbliche ha all’attivo 22.750 presenze totali in due anni, divise in 10.526 spettatori nel 2016/17 e con 12.230 nella stagione 2017/18. Inoltre ha aperto le porte nella stagione 2016/17 a 76 spettacoli, inclusi matineè per bambini e eventi extra cartellone, mentre nel 2017/ a 67 spettacoli pur avendo un trend di presenze superiore rispetto a quello dell’anno prima.

TaG – Teatro a Granarolo è un teatro di nuovissima realizzazione, con particolare riguardo al risparmio energetico e alle nuove normative che lo rendono green e all’avanguardia e particolare attenzione all’acustica, con le sue 200 poltrone, disposte su una platea in pendenza, tutte dotate di ottima visibilità e comodità.