Chiusa l’edizione 2019 di Enologica, si pensa già al prossimo anno

IMG-20191019-WA0041Con un’affollata giornata dedicata agli operatori del settore e le premiazioni di “Carta Canta”, lunedì 21 ottobre si è conclusa l’edizione 2019 di Enologica, il Salone del vino e del prodotto tipico dell’Emilia Romagna, andata in scena a Bologna.

Un’edizione caratterizzata da un “clima primaverile” che ha portato il pubblico del weekend a concentrarsi all’interno del Palazzo Re Enzo nel tardo pomeriggio fino a sera inoltrata, in una situazione festosa e conviviale, con molti giovani a degustare e a intrattenersi con i produttori.

Numerosi i giornalisti locali, regionali e nazionali accreditati (oltre centoventi) e nutrita anche la pattuglia dei media stranieri (una ventina) e dei buyer internazionali (una ventina).

Enologica ha “vissuto” anche sui principali social media (Facebook e Instragram), attraverso dirette e post fotografici, per una partecipazione sempre più sociale fra chi era presente all’evento ma anche fra chi, appassionato di vino, non ha potuto esserci ma ha dato comunque il proprio contributo attraverso commenti e condivisioni.

«Quella di Enologica 2019 è stata un’edizione che ha consolidato e arricchito un format di successo – sottolinea Pierluigi Sciolette, Presidente di Enoteca Regionale Emilia Romagna – Oltre cento produttori e i Consorzi dell’Emilia-Romagna, piccoli e grandi, hanno rappresentato esaurientemente la proposta enologica di tutta la via Emilia, da Rimini a Piacenza. Non meno importante è stata la dimostrazione di un settore che ha la capacità di fare squadra nel promuovere i propri vini. Il pubblico ha risposto benissimo, affollando Palazzo Re Enzo nel weekend. Tutto esaurito per i seminari “Via Emilia Cooking & Wine Talk” che, quest’anno, sono stati arricchiti dalla presenza di importanti cuochi del territorio che hanno preparato piatti da abbinare alle etichette in degustazione».

«Enologica ha proseguito sulla strada della valorizzazione del territorio e quest’anno ha Enologica_Salone (2)posto l’accento sul turismo del vino e sull’accoglienza. Non si tratta solo di seguire una moda del momento, ma è un’esigenza. È importante che i consumatori italiani e internazionali conoscano le realtà dove nascono i prodotti enogastronomici – dichiara Ambrogio Manzi, Direttore di Enoteca Regionale Emilia Romagna -. Siamo molto soddisfatti del riscontro del pubblico e della stampa e da domani già inizieremo a pensare alla prossima edizione per la quale abbiamo già in mente ulteriori novità».

http://www.enotecaemiliaromagna.it