Archivio per ottobre, 2012

Cartoceto, 31 ottobre 2012– Sono cresciuti in un borgo che ha fatto dell’oliva e dell’olio un prodotto di eccellenza, in mezzo a oliveti e frantoi storici. Sono i piccoli studenti della scuola primaria dell’infanzia di Cartoceto che, nell’ambito della “XXXVI Mostra Mercato dell’Oliva e dell’Olio Extravergine” in programma dal 4 all’11 novembre, riceveranno il premio del concorso “Bimboil 2012” promosso dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio. (altro…)

Annunci

Cartoceto 30 ottobre 2012– L’olio, protagonista indiscusso della “Mostra Mercato dell’Oliva e dell’Olio Extravergine”, giunta alla XXXVI edizione, sarà anche quest’anno il re di Cartoceto: da domenica 4 novembre a domenica 11 l’affascinante borgo si trasformerà nel centro del gusto regalato dal prodotto simbolo del territorio e i tanti appuntamenti in programma renderanno l’atmosfera carica di cultura e folklore. (altro…)

Stanchi dei soliti scherzetti?

Pubblicato: 29 ottobre 2012 in Eventi

Farra di Soligo, ottobre 2012 – Piace per la sua fresca eleganza il nuovo packaging che la cantina Perlage ha voluto per i suoi vini di punta della linea Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene Docg studiata con cura e meticolosità assieme ad un gruppo di creativi: il Col di Manza, spumante extra dry millesimato biodinamico, il “senza solfiti” Animae e il Canah, entrambi spumanti brut e il Quorum spumante extra dry, ora disponibili con il nuovo elegante look. (altro…)

Vadena, ottobre 2012 – L’associazione turistica di Tirolo, assieme ai rappresentanti del Merano Wine Festival, ad albergatori, sommeliers ed enologi, che costituivano i 16 giurati del premio “Dolcissimo 2012”, lo scorso 19 ottobre si sono radunati nella splendida cornice di Castel Tirolo, in Alto Adige, ed hanno così decretato, dopo averli degustati e selezionati, i migliori 10 vini dolci delle aziende altoatesine partecipanti.

Tra i premiati della 7ª edizione di “Dolcissimo”, nella categoria moscati rosa, il Moscato Rosa 2009 del Podere Provinciale Cantina Laimburg.

Il Moscato Rosa 2009 della Cantina Laimburg è un vino dolce dal colore rosso rubino chiaro. L’intenso e fragrante profumo di rose conferisce a questo passito dolce il suo particolare carattere: è un vino rotondo, elegante, voluttuoso e dal retrogusto persistente.

La vendemmia delle uve che producono questo particolare vino moscato viene effettuata a mano a metà settembre, solo quando i grappoli sono ben maturi e successivamente vengono lasciati ad appassire su delle stuoie. Gli acini così appassiti vengono pigiati a fine novembre – inizio dicembre e il mosto prodotto viene messo a fermentare in botti d’acciaio e lasciato maturare per almeno 6 mesi, affinché mantenga l’aroma primario delle rose.

Un’altra particolarità di questo pregiato vino dolce altoatesino è che ogni anno la grafica dell’etichetta della sua bottiglia viene affidata all’inventiva e alla creatività di un artista sudtirolese, Bernhard Kerer. In ragione della loro quantità limitata, le bottiglie sono diventate dei richiesti pezzi da collezione.

 

Assieme al Sauvignon Blanc Passito Saphir, pluripremiato dalle Guide enologiche 2013, il Moscato Rosa della Cantina Podere Provinciale Laimburg è uno dei gioielli della Selezione Maniero, che comprende solo vini di carattere e dalla forte personalità.

 

Il Podere Provinciale Cantina Laimburg a Vadena, nella Bassa Atesina, vinifica uve provenienti da 12 poderi o “masi” dislocati nelle zone più vocate dell’Alto Adige in 40 ettari situati tra Merano, Bressanone, Bolzano–Gries, l’Oltradige e la Bassa Atesina. Esso svolge un fondamentale lavoro di sperimentazione e di ricerca in viticoltura ed enologia per l’intera viticoltura ed agricoltura altoatesina.

www.laimburg.bz.it

“Il termalismo nel Lazio rappresenta un fenomeno conosciuto da oltre 2000 anni, ma quello che noi vogliamo è far conoscere le Terme non tanto dal punto di vista salutistico e curativo, quando da quello turistico”. E’ quanto ha sostenuto il Direttore dell’Agenzia di promozione Turistica della Regione Lazio, Ersilia Maffeo, incontrando un gruppo di giornalisti della stampa nazionale invitati ad un educational tour per far conoscere e promuovere alcuni siti termali del Basso Lazio ma, soprattutto, per far scoprire loro le potenzialità dei territori nei quali le terme sono ubicate. “Per questo motivo, ha detto ancora la Maffeo, non abbiamo voluto soltanto giornalisti del wellness, ma anche professionisti del trade, dell’enogastronomia e del turismo plein air. La nostra azione si sostanzia in pratica in un monitoraggio a 360° di questi territori, le cui potenzialità sono di gran lunga superiori alla popolarità di cui attualmente godono”.

L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Progetto interregionale “Itinerari delle Terme d’Italia tra salute e benessere”, a cui la Regione Lazio partecipa unitamente alle Regioni Toscana, Emilia Romagna e Veneto. “Un progetto, ha dichiarato la Dirigente dell’Assessorato alla Cultura, Sport, Politiche Giovanili e Turismo della Regione Lazio, Flaminia Santarelli, che nasce dall’esigenza di rafforzare la salvaguardia e la conoscenza della tradizione termale in un’ottica di innovazione e di promozione turistica. In particolare l’obiettivo è quello di individuare gli itinerari del termalismo come viaggio della salute e nel benessere, rafforzando la conoscenza delle opportunità di cura offerte dal termalismo nel suo insieme e al contempo valorizzando ed evidenziando le caratteristiche peculiari di ogni centro termale”.

La prima azione intrapresa ha riguardato i poli termali di Fiuggi e Suio ed ha interessato non solo il tradizionale aspetto curativo delle acque, ma la trasformazione degli stabilimenti in un’ottica più moderna, con la costruzione di SPA e centri benessere, e individuando itinerari tematici con particolare riferimento alle potenzialità che i territori circostanti le strutture termali possono offrire in termini di sport, cultura e ambiente. E le idee non mancano. Come quella di rendere navigabile una parte del fiume Garigliano o di istituire aree protette, per la presenza di numerose specie vegetali e animali osservate nei pressi di Suio dove, tra l’altro è stata registrata la presenza di aironi, o di istituire piste ciclabili sul sito della vecchia linea ferroviaria che collegava Roma a Fiuggi.

Per il perseguimento degli obiettivi previsti dal progetto, la cui realizzazione è stata affidata a società regolarmente iscritte nell’Albo dei Fornitori della Regione Lazio, l’Agenzia Regionale per il Turismo ha previsto non solo educational tour, riservati ai giornalisti di settore, ma anche workshop riservati agli operatori turistici del Lazio, per agevolare gli scambi imprenditoriali tra domanda e offerta turistica. (altro…)

Fano (Pesaro e Urbino, Marche)- Ha ottenuto il sostegno dei maggiori enti locali che lo hanno definito “un festival della Cultura classica da tutelare e continuare a promuovere negli anni” il “III Symposium di Studi Vitruviani” in programma dall’8 all’11 novembre a Fano, Cagli e Fossombrone e organizzato dal Centro Studi Vitruviani di Fano presentato oggi, venerdì 26 ottobre, nella sala di Rappresentanza della Fondazione Cassa di Risparmio di Fano.

(altro…)