Archivio per aprile, 2014

Enzo Cucchi  Senza titolo, 2013-2014  acrilico e olio su tela  212 x 60 cm  Courtesy FL Gallery

Enzo Cucchi
Senza titolo, 2013-2014
acrilico e olio su tela
212 x 60 cm
Courtesy FL Gallery

Dall’8 maggio al 27 giugno 2014 presso FL GALLERY Bienvenidos a Venezuela, la prima personale di Enzo Cucchi negli spazi della galleria. Artista di fama internazionale ed esponente di spicco della Transavanguardia, Enzo Cucchi presenterà per questa mostra un nucleo di nuovi lavori, di cui alcuni su tela, affiancati da due sculture inedite in bronzo.

Bienvenidos a Venezuela è un appuntamento dalle molte, affascinanti sfumature. Per prima cosa è un ritorno, che vede il pittore anconitano tornare artisticamente a Milano dopo molti anni di assenza. Ritorno che porta con sé importanti elementi di novità, perché nuova è la tecnica utilizzata da Cucchi per produrre le opere in mostra e nuova è la fase del lavoro che da qui si apre.

Bienvenidos a Venezuela è poi un racconto di viaggio, archetipo ancestrale dell’umanità, fatto di un’andata verso Sud alla ricerca di un sogno, e di un ritorno – da quel Sud che è la Roma di Enzo Cucchi o il Venezuela di Federico Luger, a un Nord che è rappresentato da Milano, la città che ospita la mostra – carico del bagaglio di emozioni e scoperte che quel sogno celava. Fondamento di questo viaggio è la complicità tra l’artista e il gallerista, che in questa occasione non è solo mercante ma è soprattutto interlocutore, persona con cui condividere desideri e ambizioni. Ecco allora che l’abbraccio che Federico Luger, venezuelano di nascita, apre all’artista con questo Bienvenidos a Venezuela, allude prima di tutto al viaggio dell’uomo verso l’uomo. Sarà dunque la trasposizione di questo abbraccio fatto di empatia, condivisione e accoglienza a strutturare poeticamente la mostra, allargandone a perdita d’occhio i confini.

Bienvenidos a Venezuela si pone infine come una riflessione su molteplici livelli, non ultimo quello sul concetto di nuovo che, di fronte alla produzione inedita di Cucchi, ha qui pieno diritto di cittadinanza. Nel percorso di un artista, infatti, l’idea di novità è sicuramente un argomento complesso che, nell’approccio quasi antico e insieme rivoluzionario di Enzo Cucchi, porta con sé un elemento quasi contraddittorio: il nuovo è anche il vecchio. Non si tratta di un gioco linguistico, bensì di un’incursione nel significato profondo delle parole e della vita; perché se un’opera vuole definirsi come nuova, allora deve contenere tutto il vecchio già prodotto, pensato, sofferto e digerito e, rifiutandolo, deve prodursi da quella cenere, che è solida però come fondamenta.

(altro…)

Annunci

22907_19847_rossi_ImageLunedì 5 Maggio alle ore 17:30 presso la sala delle Lauree dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO (Corso Vittorio Emanuele II 39, Roma, V piano) si terrà la presentazione del libro “Lo scudo crociato” Un simbolo medievale nella comunicazione politica del novecento di Girolamo Rossi Docente di Teoria e Tecnica della Comunicazione  politica presso pontificia Università “Angelicum”.

L’evento è promosso dall’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO e Armando Editore.

Lo “scudo crociato” nasce come simbolo di partito nel 1919. Nella storia della Democrazia Cristiana, lo scudo crociato porta quello spirito di “crociata” che si rivelerà efficace sul piano dell’identità e della propaganda politica, ma difficile da gestire nel rapporto con la Gerarchia ecclesiastica. In uno scenario politico come quello del Novecento, infatti, che pone in termini dialettici il rapporto fra ambito religioso e ambito laico, l’uso in politica del più sacro dei simboli – la Croce – sarà spesso una scelta travagliata.

(altro…)

Nick van Woert Return to Nature, 2011  statua in fibra di vetro, poliuretano, patatine di polistirolo, acciaio, adesivo in poliuretano  237,5 x 123,8 x 186,7 cm Rosenblum collection, Parigi

Nick van Woert
Return to Nature, 2011
statua in fibra di vetro, poliuretano, patatine di polistirolo, acciaio, adesivo in poliuretano
237,5 x 123,8 x 186,7 cm
Rosenblum collection, Parigi

Sarà il MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna a presentare la prima mostra personale in Italia Nick van Woert, una delle voci più originali dell’arte contemporanea statunitense.

L’esposizione, che inaugura il 29 maggio e apre il 30 per concludersi il 7 settembre, è curata da Gianfranco Maraniello e si colloca in un filone di indagine che ha attraversato la programmazione del museo fin dalla sua apertura, facendo conoscere alcuni protagonisti delle ricerche più avanzate portate avanti oggi in America: Guyton\Walker (2008), Trisha Donnelly (2009), Seth Price (2009), Matthew Day Jackson (2011). Un percorso di riflessione e una ricognizione sulle pratiche artistiche e sulla funzione del museo che non si è limitato all’ambito americano e che ha visto la valorizzazione di alcune figure rivoluzionarie e imprescindibili per la comprensione dell’arte degli ultimi decenni: nel 2007 Christopher Williams (negli spazi in dismissione dell’ex Galleria d’Arte Moderna di Bologna), nel 2012 Marcel Broodthaers (MAMbo) e nel 2013 Bas Jan Ader (Villa delle Rose).

Nick van Woert presenterà nella Sala delle Ciminiere e negli spazi espositivi adiacenti una selezione rappresentativa di suoi lavori per la prima volta visibili in Italia.

(altro…)

Davide Bartolini

Davide Bartolini

Dopo l’ottimo debutto a Vinitaly arriva un prestigioso riconoscimento per l’albana di Romagna Ada di Cantina Bartolini, selezionata tra le 21 etichette vincitrici del Concorso nazionale di vini di Pramaggiore. La competizione, giunta alla 53esima edizione, premia ogni anno un vino d’eccellenza per ciascuna regione italiana. Per l’Emilia Romagna la giuria composta dai professionisti dell’Associazione enologi enotecnici italiani ha selezionato la nuova albana ideata da Davide Bartolini, salito di recente alla guida della storica cantina di Mercato Saraceno fondata nel 1925 dal bisnonno Giuseppe. La consegna del premio “Città di Pramaggiore” si è tenuta giovedì 24 aprile nel corso di una cerimonia pubblica in programma nel comune veneziano.

“Abbiamo accolto con grande felicità e un pizzico di sorpresa la notizia del premio – racconta Davide Bartolini – poiché avevamo presentato la nuova albana spinti più dalla curiosità di misurarci subito con un concorso nazionale che dall’ambizione di conquistare un riconoscimento nazionale. Il risultato raggiunto ci spinge a continuare con ancora maggiore entusiasmo lungo la strada di valorizzazione dei vitigni autoctoni del nostro territorio che abbiamo intrapreso, consapevoli di poter contare su un territorio ideale per produzioni di grande qualità”.

(altro…)

Podium: Paolo Andreucci, Anna Andreussi (Peugeot 207 S2000 S2000 #2, Racing Lions), race winner, Umberto Scandola, Guido D Amore (Skoda Fabia S2000 S2000 #1,Car Racing) 2nd position and , Salvatore Riolo, Massimiliano Alduina (Peugeot 207 S2000 S2000 #4, Ateneo) 3rd position

Podium: Paolo Andreucci, Anna Andreussi (Peugeot 207 S2000 S2000 #2, Racing Lions), race winner, Umberto Scandola, Guido D Amore (Skoda Fabia S2000 S2000 #1,Car Racing) 2nd position and , Salvatore Riolo, Massimiliano Alduina (Peugeot 207 S2000 S2000 #4, Ateneo) 3rd position

La 98^ Targa Florio, terza prova del Campionato Italiano Rally e quarta del Campionato Italiano Rally Autostoriche, in programma da giovedì 8 a sabato 10 maggio ha il patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana. Si arricchisce di partner prestigiosi l’edizione 2014 della Corsa Automobilistica più antica del Mondo organizzata dall’Automobile Club Palermo e dall’Automobile Club d’Italia, sempre più vicina alla centesima edizione del 2016, dopo l’inserimento nel calendario delle “Manifestazioni di grande interesse” del Comune di Palermo.

L’Assemblea Regionale Siciliana, per volontà del Presidente On. Giovanni Ardizzone, ha voluto essere al fianco degli organizzatori per iniziare insieme il cammino verso l’edizione numero 100 della corsa più antica del Mondo, vanto della Sicilia e dell’Italia intera.

– “La Targa Florio è un patrimonio che la comunità siciliana tutta non deve disperdere – ha dichiarato il Vice Presidente vicario dell’Ars Antonio VenturinoIl ritorno mediatico che la gara offre alla Sicilia è impareggiabile, per queste ragioni è intendimento mio e dell’Istituzione che rappresento, accompagnare la Targa Florio verso il centenario, anche questo un traguardo che pochissime manifestazioni al mondo possono vantare”-.

(altro…)

Barron_mostra_155340La Collezione Maramotti è lieta di annunciare la mostra Scene di Jeannette Montgomery Barron dal 4 maggio al 31 luglio 2014.
La mostra presenta una selezione di ritratti fotografici di artisti realizzati a New York negli anni Ottanta, parte dei quali sono presenti nella pubblicazione “Scene”.

La fresca e personale galleria di ritratti restituisce il sapore e la vivacità di quegli anni in cui a New York artisti e galleristi sperimentavano nuovi stili di vita e di relazione che nel tempo sono divenuti veri e propri oggetti e modelli di culto.

Le foto selezionate per la mostra sono per lo più connesse ad artisti rappresentati con loro opere coeve nella collezione permanente (Clemente, Schnabel, Basquiat, Salle, Bleckner, tra gli altri), fornendo così al visitatore un’interessante connessione tra soggetto e opere realizzate in quel periodo.

Collezione Maramotti
Via Fratelli Cervi 66
42124 Reggio Emilia – Italy
www.collezionemaramotti.org
www.facebook.com/collezionemaramotti

trauttmansdorffSi rinnova anche quest’anno l’appuntamento per gli amanti della musica d’autore, dal 29 maggio entra nel vivo il World Music Festival di Merano, una delle maggiori kermesse musicali estive italiane. Ad accogliere i visitatori il suggestivo scenario del Laghetto delle Ninfee e un tetto di stelle, ambientazione ideale per trascorrere serate indimenticabili capaci di creare intense emozioni in compagnia delle raffinate note degli artisti più affermati nel panorama mondiale: interpreti di alto livello capaci di dettare tendenze e stili musicali in tutto il mondo. Un programma ricco, all’insegna del ritmo e del divertimento nell’incantevole cornice dei Gardini di Castel Trauttmansdorff .

(altro…)