Archivio per marzo, 2016

romagnaVinitaly, dal 10 al 13 aprile l’Emilia Romagna protagonista con 200 aziende e consorzi

Caselli: “un settore dinamico che si sta riposizionando verso la fascia alta del mercato”. Sciolette: “attraverso il vino valorizzare le eccellenze di un territorio”. Dal 2012 al 2015 oltre 100 milioni di risorse per il settore. Nel 2016: 7 milioni per gli investimenti in cantina. In arrivo 6 milioni per la promozione extra Ue

Dal 10 al 13 aprile  i vini dell’Emilia Romagna saranno protagonisti al Vinitaly di Verona, con   200 tra aziende produttrici e consorzi; 500  etichette e sette banchi d’assaggio; un ristorante  con un  menù fortemente legato al territorio, in cui sarà protagonista la pasta fresca artigianale; 40 tra cuochi e camerieri; 15 sommelier e oltre 15 mila calici. Il tutto negli oltre 4mila metri quadrati del Padiglione 1  gestito  da Enoteca Regionale Emilia Romagna.  Un percorso nel gusto, lungo  il filo conduttore della Via Emilia. “Il vino (altro…)

Annunci

cantineaperteManca ancora un po’, ma la macchina organizzativa è già al lavoro: Cantine Aperte torna anche in Toscana dal 28 al 29 maggio, per tutti gli appassionati di turismo all’aria aperta e per le migliaia di wine lovers che come ogni anno affolleranno le oltre 80 cantine del Movimento Turismo del Vino Toscana che hanno aderito all’iniziativa. L’ultimo fine settimana di maggio sarà dunque all’insegna del cosiddetto “enoturismo” con tanti programmi di diversa natura organizzati dalle aziende vitivinicole, ma tutti con un comune denominatore: far conoscere da vicino il vino e far vivere esperienze uniche in cantina. «Cantine Aperte è ormai un appuntamento che ogni famiglia mette in agenda di anno in anno e che conferma come il fenomeno dell’enoturismo sia un modello riuscito in Italia, in Toscana in particolare dove anche per quest’anno sono previste migliaia di visitatori da tutta Italia e non solo – spiega il presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana, Violante Gardini – e per l’occasione abbiamo deciso di mettere insieme alcuni vespa club di tutta la regione per unire il fascino (altro…)

dogarina1Un’azienda crea valore quando la sua gestione è orientata all’obiettivo della sostenibilità, sia ambientale che sociale. Questa la filosofia di Dogarina, realtà vitivinicola veneta e portabandiera del Prosecco Doc in Italia e nel mondo, che in occasione del prossimo Vinitaly a Verona mostrerà il proprio impegno quotidiano a sostegno del territorio in cui opera.

Sarà un Vinitaly “green” quello dell’azienda vitivinicola Dogarina in Campodipietra (TV), che dal 10 al 13 aprile al Padiglione 4 Stand C 7 presenterà al pubblico e agli operatori del settore una rinnovata visione di responsabilità a sostegno dell’ambiente, ma anche di tutte quelle realtà sociali che fanno del bene nel territorio.

(altro…)

hopperC’è chi lo ritiene un narratore di storie e chi, al contrario, l’unico che ha saputo fermare l’attimo – cristallizzato nel tempo – di un panorama, come di una persona. È stato lo stesso Edward Hopper (1882-1967) – il più popolare e noto artista americano del XX secolo – uomo schivo e taciturno, amante degli orizzonti di mare e della luce chiara del suo grande studio, a chiarire la sua poetica: “Se potessi dirlo a parole, non ci sarebbe alcun motivo per dipingere”.

La mostra che apre dal 25 marzo al 24 luglio 2016 a Palazzo Fava – Palazzo delle Esposizioni di Bologna, prodotta e organizzata da Arthemisia Group, unitamente a Fondazione Carisbo e Genus Bononiae. Musei nella Città e con il Comune di Bologna e il Whitney Museum of American Art di New York, dà conto dell’intero arco temporale della produzione di Edward Hopper, dagli acquerelli parigini ai paesaggi e scorci cittadini degli anni ‘50 e ‘60, (altro…)

Mantova.JPGGioiello del Rinascimento famoso in tutto il mondo per la sua storia e gli inestimabili tesori d’arte, Mantova è stata insignita del titolo di Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2016 (www.mantova2016.it).

«Dal 27 ottobre scorso, giorno della nomina ufficiale, Mantova ha raccolto una sfida, di rigenerazione culturale ed economica, che richiede tre ingredienti fondamentali: capacità di fare squadra, innovazione e coraggio. – ha dichiarato Mattia Palazzi, sindaco della città, alla presentazione di Milano –  Questo riconoscimento ha dato fiducia ed entusiasmo ai mantovani e ci consente di tessere relazioni importanti in Italia e in Europa. Abbiamo lavorato con passione, per costruire un progetto di respiro internazionale fondato su un approccio di sistema che conta sull’aiuto delle nuove tecnologie e sulla attivazione della comunità».

(altro…)

I numeri di Chic, Charming Italian Chef

Pubblicato: 26 marzo 2016 in News

chef chicDalla Sicilia all’Alto Adige, 101 cuochi (di cui 8 all’Estero) e 9 new entry nel 2016, per un totale di 50 stelle Michelin.

Sono solo alcuni dei numeri di CHIC, Charming Italian Chef, l’associazione che, dal 2009,  riunisce alcuni tra i migliori esponenti della cucina creativa italiana. Tra di essi non solo chef, ma anche pizzaioli gourmet, panificatori e gelatieri che hanno fatto del loro mestiere una vera e propria arte, attraverso lo studio e la ricerca sui metodi di lavorazione e cottura dei cibi. Un’attenzione costante alla cura e alla soddisfazione del cliente, una sensibilità diffusa nei confronti delle tradizioni e delle esperienze delle cucine degli altri Paesi. Sempre all’insegna del rispetto e della valorizzazione delle materie prime e della grande tradizione culinaria italiana. (altro…)

sanlazzaroConto alla rovescia cominciato per la prima edizione del SAN LAZZARO FOOD & BEER FEST, una tre giorni di gusto e divertimento che SABATO 23, DOMENICA 24 e ancora LUNEDI’ 25 APRILE a partire DALLE ORE 11 a TARDA NOTTE animerà Piazza Bracci, nel cuore di San Lazzaro di Savena (BO).Protagonisti i cibi di strada della tradizione italiana, con una gustosa carrellata di specialità da varie parti della Penisola: fra queste il fritto e le olive all’ascolana dalle Marche, il pesce fritto e alla griglia dalla Romagna, che porterà in assaggio anche l’originale piadina di filiera certificata; e ancora il lampredotto e la trippa da Firenze, i borlenghi della montagna modenese, gli arrosticini abruzzesi, la porchetta e la torta al testo dall’Umbria, l’originale “tortellino cup”, e poi ancora pizza e molto altro ancora..

Ad annaffiare il tutto un bello spazio dedicato alle birre di qualità, con particolare attenzione ai piccoli produttori del comparto artigianale, bolognese ma non solo: saranno dieci le spine presenti, che proporranno a rotazione un’interessante selezione di birre italiane e straniere. Nell’area bar anche vino, cocktails, bibite e succhi di frutta. (altro…)