scacchi riviera dei cedri 2Lunedì 8 aprile, ha preso l’avvio per il tredicesimo anno consecutivo, il “Riviera dei cedri”, l’appuntamento scacchistico di rilevanza nazionale, che si realizza nell’alto Tirreno cosentino allo scopo di valorizzare il forte legame esistente tra identità del territorio, cultura e turismo sostenibile. Il Festival, organizzato dall’ARCA (Albergatori Riviera dei Cedri Associazione) e co-finanziato anche quest’anno dalla Regione Calabria, conferma la squadra vincente di sempre con Angelo Napolitano, direttore artistico – ARCA; il pluri campione regionale Luigi Forlano, responsabile tecnico e Michele Capalbo, responsabile didattico – associazione Didascalabria. Leggi il seguito di questo post »

Annunci
Il Balcone di Pieve del Colle

Il Balcone di Pieve del Colle

Ci sta pensando il progetto MVR – Montefeltro Vedute Rinascimentali, frutto dell’omonima Associazione Montefeltro Vedute Rinascimentali, principalmente volto a portare le persone –viaggiatori interessati, turisti impegnati, residenti curiosi – dentro le opere d’arte rinascimentali più belle e famose al mondo, firmate dai grandi maestri del Rinascimento come Leonardo da Vinci e Piero della Francesca.

Se è vero che l’Italia vanta una ricchezza culturale estremamente diffusa e presente più o meno su tutto il territorio – tanto da avere un forte appeal per oltre 250.000 appassionati di ‘cultura italica’ (Fonte ENIT LRD Centenaries) ed essere anche considerata ‘il primo Paese al mondo per influenza ed eredità culturale’ (US news & world report 2017) – è anche vero che esiste soltanto un luogo, distribuito su circa 900 km quadrati, che ad oggi permette di entrare (fisicamente!) in un dipinto del Rinascimento, e questo luogo è il Montefeltro, regione magica e ricca di storia che si estende tra le Marche, l’Emilia Romagna, la Toscana e la Repubblica di San Marino.

Leggi il seguito di questo post »

©Veronafiere_FotoEnnevi_Vinitaly_010

©Veronafiere_FotoEnnevi_Vinitaly_010

Al via domani il Vinitaly più grande di sempre. Apre infatti a Veronafiere domenica 7 aprile la 53ª edizione del Salone internazionale del vino e dei distillati con 4600 espositori da 35 nazioni su 100 mila metri quadrati netti espositivi. Gli operatori professionali presenti nell’ultima edizione sono stati 128 mila di cui 32 mila top buyer esteri provenienti da 143 paesi. Quest’anno, in collaborazione con ICE Agenzia e con la rete di delegati di Veronafiere in 60 nazioni, è stata ulteriormente potenziata l’attività di incoming selezionando e invitando top buyer da 50 nazioni di 5 continenti.

L’inaugurazione è in programma domani alle ore 10.30 (Auditorium Verdi, Palaexpo) e prevede, nell’ordine, la presentazione della ricerca “Mercato Italia: numeri e tendenze, gli italiani e il vino”, a cura di Denis Pantini e realizzata dall’Osservatorio Vinitaly Nomisma Wine Monitor.
A seguire il talk show condotto da Bruno Vespa “Il futuro del vino, il Vinitaly del futuro”, con la partecipazione di Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere; Carlo Maria Ferro, presidente Italian Trade & Investment Agency; Angelo Gaja, Cantina Gaja; Matilde Poggi, Azienda agricola Le Fraghe; Riccardo Cotarella, enologo, Famiglia Cotarella. Leggi il seguito di questo post »

Tavola Rotonda Giovani-min

Foto di Davide Lopopolo-Psychodesign

Nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca si è svolto mercoledi 2 aprile 2019 l’evento I giovani nella società multietnica e multiculturale” organizzato dall’Associazione Amici di Zona 2 e dal periodico “NOI zona 2” in collaborazione con il Dipartimento di Sociologia dell’Università Milano-Bicocca. Erano presenti oltre 600 partecipanti, tra cui oltre 300 studenti di alcune scuole superiori di Milano e di circa 200 studenti universitari, oltre a numerose associazioni del Municipio 2.

Leggi il seguito di questo post »

Immagine (1)Il Primitivo di Manduria, uno dei più famosi vini rossi pugliesi, si prepara alla 53esima edizione del Vinitaly che si terrà ad aprile a Verona e porta dati in crescita come bottiglie prodotte, fatturato e mercati coperti: 120 milioni di euro per 20 milioni di bottiglie (+15% del 2017)

Il Consorzio di Tutela ha organizzato una degustazione per evidenziare il terroir della doc: un viaggio tra terra e mare che metterà in mostra il potenziale e la versatilità del rosso pugliese. L’appuntamento si terrà mercoledì 10 aprile alle 11 al primo piano –  Padiglione 10 del Vinitaly. A condurre il programma di degustazione interverranno il presidente del Consorzio, Mauro di Maggio, il presidente della Fondazione italiana sommelier di Puglia, Giuseppe Cupertino e il giornalista Marco Sabellico. Leggi il seguito di questo post »

Masottina al Vinitaly 2019

Pubblicato: 3 aprile 2019 in Vino e Cantine

Icon_MasottinaUn 2019 all’insegna de Le Rive. Si è aperto così l’anno di Masottina, che presenterà alla 53ª edizione del Vinitalyin scena a Verona dal 7 al 10 aprile, le nuove annate del Contrada Granda Brut e de Le Rive di Ogliano Extra Dry, i Prosecco Superiore nati in due single vineyard nella microzona di Ogliano, vertice del patrimonio ampelografico dell’azienda di Conegliano. L’annata 2018 del Contrada Granda e de Le Rive di Ogliano, infatti, si ascrive tra le migliori delle recenti produzioni della famiglia Dal Bianco, a partire da un profilo olfattivo di prim’ordine: i profumi di frutta a polpa bianca e le note agrumate di lime e cedro arrivano al naso con straordinaria intensità e grande naturalezza, trasmettendo in un’esperienza multisensoriale tutta la raffinatezza di una lunga tradizione vignaiola. Leggi il seguito di questo post »

NOELIA RICCI_VINITALYAl Vinitaly di Verona l’azienda  Noelia Ricci presenta  in anteprima Il Sangiovese 2018 e in degustazione BRO’ 2018 Padiglione 1 stand C7.

“Siamo una storia di famiglia. Quattro generazioni di passione e dedizione al territorio. Siamo una storia di donne, siamo una storia di fratelli. Siamo una storia di terra, scritta con le antiche argille e le sabbie calcaree. Una storia che ha il colore chiaro del Sangiovese di una volta, quello delle vigne di Predappio e della Valle del Rabbi. Siamo una storia di silenzi, d’impegno e determinazione, una storia scritta con le mani di chi cura i filari e ascolta le viti.”

Queste sono le parole di Marco Cirese – quarta generazione di famiglia, che ha preso le fila di questa storia dal 2010 – con le quali inizia il racconto della sua azienda.

Leggi il seguito di questo post »